L’austriaco Innerhofer e Dimitra Theocharis trionfano alla Drei Zinnen Alpine Run

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Sudtirol Drei Zinnen Alpine Run (foto Wisthaler)
Partenza Sudtirol Drei Zinnen Alpine Run (foto Wisthaler)

In una giornata con un clima perfetto per correre, sabato si è svolta a Sesto Pusteria la 23a edizione della Südtirol Drei Zinnen Alpine Run. Con l’austriaco Manuel Innerhofer e la friulana Dimitra Theocharis i vincitori della rinomata gara di corsa in montagna tra le Dolomiti, Patrimonio mondiale UNESCO, sono stati due volti nuovi. Sono stati complessivamente 580 le atlete e gli atleti della corsa in montagna che si sono iscritti con entusiasmo alla “classica” autunnale in Alto Adige e che si sono attenuti in modo disciplinato al piano di igiene e sicurezza, definito dall’associazione organizzatrice ALV Sextner Dolomiten in relazione alla pandemia di coronavirus.

La Südtirol Drei Zinnen Alpine Run si svolge ogni anno in settembre dal 1998. Nonostante la celebre gara di corsa in montagna si svolga da 22 anni, sabato c’è stata una novità. Per la prima volta a vincere è stato un campione austriaco, Manuel Innerhofer. Non era mai successo, sebbene il confine con l’Austria si trovi a pochi chilometri da Sesto e tanti atleti austriaci partecipino ogni anno a questa classica in Alto Adige.

Manuel Innerhofer ha portato a termine il percorso modificato di 15,2 chilometri, con 1333 metri di dislivello in 1h24’15”, dopo essersi sfidato in un appassionante duello nell’ultima parte con Alberto Vender (Società Atletica Valchiese) di Pieve di Bono-Prezzo. Al traguardo il trentino è arrivato con 13 secondi di ritardo sull’atleta arrivato sesto agli ultimi Mondiali di corsa in montagna. Ha completato il podio lo svizzero Martin Anthamatten (Adidas Terrex), arrivato a 1’23” da Innerhofer. Un risultato degno di nota è stato raggiunto dal giovane Luca Clara (Martini Speed Team/nato nel 2000) di Chiusa, arrivato 11° con un ritardo di 7’50” sul vincitore Innerhofer.

In campo femminile dalla partenza a Casa Sesto al Rifugio Fondovalle si era formato un terzetto in testa, composto dalle tre Azzurre Gloria Giudici, Elisa Sortini e Dimitra Theocharis. Successivamente Theocharis ha aumentato il ritmo e si è affermata al traguardo. La ventottenne di Tolmezzo (Udine) ha trionfato in 1h39‘58“, è stata l’unica partecipante a rimanere sotto l‘ora e 40 e ha messo fine ai quattro anni di assenza delle Azzurre dal gradino più alto del podio.

Sortini, in gara per l‘Atletica Alta Valtellina, è arrivata al traguardo al rifugio Locatelli 1’17” dopo Theocharis. Al terzo posto è arrivata un’atleta francese, Celine Jeannier che ha concluso la gara in 1h42’47”. Un buon risultato è stato raggiunto anche dalla mattatrice locale Agnes Tschurtschenthaler, che ha concluso la 23a Südtirol Drei Zinnen Alpine Run al settimo posto (+8’18”), precedendo Edeltraud Thaler di Lana (+15’14”).

Si è mostrato molto soddisfatto il capo del comitato organizzatore Gottfried Hofer al termine di questa edizione, particolare come le condizioni attuali. „Prima di tutto desidero ringraziare i numerosi partecipanti. Da un lato perché nonostante le misure di sicurezza l’umore era molto buono. Dall’altro perché si sono ammirevolmente attenuti alle nostre direttive. Inoltre, le atlete e gli atleti erano molto grati che, nonostante la situazione attuale, avessimo organizzato la gara. Il mio ringraziamento va ai nostri numerosi volontari che nei giorni scorsi hanno fatto un ottimo lavoro. Dal punto di vista organizzativo c’è stato richiesto un enorme sforzo supplementare. Voglio ringraziare anche i nostri sponsor, che ci sono stati accanto nonostante il coronavirus. Arrivederci a settembre 2021, si spera in circostanze ‘normali’”, ha affermato il presidente dell’associazione organizzatrice ALV Sextner Dolomiten.

Le parole dei vincitori

Manuel Innerhofer (Austria/vincitore tra gli uomini): “Ho deciso all’ultimo momento di partecipare alla Südtirol Drei Zinnen Alpine Run e naturalmente sono molto contento di essere riuscito anche a vincere. Voglio complimentarmi davvero con gli organizzatori, perché tutto ha funzionato senza intoppi ed è stato organizzato alla perfezione fino al minimo dettaglio.”

Dimitra Theocharis (Italia/vincitrice tra le donne): “Questa vittoria mi ha molto sorpresa. Non mi sarei mai aspettata di vincere oggi, con tutte le ottime atlete che c’erano in gara. È una vittoria che mi emoziona tanto, che per me significa molto.”

Südtirol Drei Zinnen Alpine Run 2020 – Classifica

Maschile
1. Manuel Innerhofer AUT 1h24‘15“
2. Alberto Vender ITA 1h24‘28“
3. Martin Anthamatten SUI 1h25’38”
4. Tiziano Moia ITA 1h25’58”
5. Marco Filosi ITA 1h26’24”
6. Luca Cagnati ITA 1h27’17”
7. Luca Merli ITA 1h27’22”
8. Andrea Rostan ITA 1h28’12”
9. Philipp Zewe GER 1h30’25”
10. Matteo Bonzi ITA 1h31’32”

Femminile
1. Dimitra Theocharis ITA 1h39’58”
2. Elisa Sortini ITA 1h41’15”
3. Celina Jeannier FRA 1h42’47”
4. Gloria Rita Antonia Giudici ITA 1h43’10”
5. Barbara Bani ITA 1h44’27”
6. Nicol Guidolin ITA 1h47’34”
7. Agnes Tschurtschenthaler ITA 1h48‘16“
8. Edeltraud Thaler ITA 1h55‘12“
9. Anna Glack AUT 1h56’55”
10. Fabiola Conti ITA 1h59’41”

Tutti i risultati: https://www.datasport.com/live/ranking/?racenr=22481

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti