Lauretana – Mombarone: si corre domenica la 42esima edizione

Di GIANCARLO COSTA ,

Enzo Mersi vincitore della Graglia Mombarone (foto mombarun)
Enzo Mersi vincitore della Graglia Mombarone (foto mombarun)

Dalla Fonte Lauretana al Mombarone: 9 chilometri di pura adrenalina per una delle corse in montagna più antiche del territorio biellese, giunta quest’anno alla sua 42ª edizione, L’appuntamento è per domenica 4 agosto sul percorso storico che conduce dagli 812 metri slm della partenza ai 2312 dell’arrivo: ben 1500 metri di dislivello positivo che metteranno a dura prova gambe e fiato anche dei migliori.

Il ritrovo è fissato a partire dalle 7.30 presso lo stabilimento della Fonte Lauretana a Graglia Santuario da dove avverrà la partenza alle ore 8.30. Le preiscrizioni chiudono giovedì 1° agosto alle 24 e sono possibili inviando una mail a raffaela.salmasi@gmail.com o teamasg74@gaglianico74.it indicando nome, cognome, anno di nascita, codice società, n° tessera fidal o eps e recapito telefonico. Saranno comunque possibili iscrizioni last minute direttamente sul luogo di partenza sino ad un quarto d’ora prima dell’avvio della gara, con un costo maggiorato.

E’ possibile la partecipazione anche di non tesserati nella camminata ludico motoria libera a tutti e assicurata Fiasp: i partecipanti seguiranno lo stesso percorso degli agonisti ma non potranno concorrere ai premi.

La gara è organizzata dalla Pro Loco di Graglia Santuario in collaborazione con il Gruppo Sportivo Alpini sezione di Biella, il Gruppo Ana di Graglia e il Gaglianico ’74 che hanno previsto per i primi 100 iscritti un bellissimo capo tecnico personalizzato a ricordo della gara. Main sponsor dell’evento è Lauretana, da sempre vicina a questo evento e al Rifugio Mombarone: partner sono le aziende Menabrea, Microbirrificio Birra Elvo, Conad, Mombarun e Giardino Colori.

Verranno premiati i primi tre uomini e le prime tre donne della classifica assoluta con un montepremi di 350 euro in buoni valore e un cesto alimentare ognuno. Dal 4° classificato in poi verranno premiate con un cesto alimentare le donne sino alla 15ª posizione (la categoria è unica a prescindere dall’età) e i primi cinque uomini di ognuna delle categorie previste: M1 (20/34 anni), M2 (35/44 anni), M3 (45/54 anni), M4 (55/60 anni), M5 (61/79 anni). Le premiazioni si svolgeranno nella sede Ana di Graglia Santuario domenica pomeriggio intorno alle ore 15.

Due i premi di rappresentanza: l’ambitissimo Trofeo “Capitano Marco Fiorina” andrà alla società che vincerà la classifica stilata sommando i 4 migliori tempi; il Trofeo “Fonti Lauretana” verrà invece assegnato alla società con il maggior numero di atleti classificati. I due premi non sono cumulabili tra loro.

Come in passato la gara è anche valida quale Campionato Provinciale Ana di Corsa in Montagna: il primo classificato oltre al titolo si aggiudicherà anche la targa “Alpini Sez. Biella” e una medaglia d’oro in memoria del capitano Marco Fiorina.

Dal lontano 5 agosto 1978 quando 22 atleti andarono a far parte della prima classifica ufficiale di quella che si chiamava Santuario Fonte Lauretana-Rifugio Mombarone, di tempo ne è passato tantissimo. I numeri sono via via cresciuti e in molte occasioni si è superata quota cento classificati che, per una gara dura come questa, è assolutamente un buon traguardo: l’ultima volta l’anno scorso quando arrivarono in 102.

Il record di successi è del pollonese Enzo Mersi che proprio lo scorso anno, con l’11ª vittoria, ha superato il mitico Paolo Coda, fermo a 10 ma detentore del miglior tempo nella storia della gara: 1h03’03” ottenuto nel 1993. Solo lui e Carluccio Chiara (1h03’52”) sono riusciti a stare sotto l’ora e 4 minuti. Nell’albo d’oro anche personaggi del calibro di Bruno Brunod (vincitore nel 1996), Leonardo Follis ed Erik Benedetto.

Tra le donne è in vetta all’albo d’oro la biellese Barbara Cravello con ben 7 successi: il primo nel 2005 e l’ultimo nel 2014. Sono salite sul primo gradino anche Ornella Bosco (3 volte), Marcella Belletti, Katarzyna Kuzminska, Clelia Zola e Franca Peretto (vincitrice delle prime due edizioni) solo per fare qualche nome. Il record è, dall’anno scorso, nelle mani della torinese Camilla Magliano, vincitrice in 1h20’11”, che lo tolse dopo oltre un decennio a Ornella Bosco. Curiosamente la Magliano detiene il record anche dell’altra gara che ha come protagonista la montagna gragliese, ovvero la Ivrea-Mombarone.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti