Nel Latemar Vertical Kilometer vittorie e titolo italiano skyrunning per Nicola Pedergnana e Stephanie Jimenez

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio Latemar Vertical Km (Foto predazzoblog.it)
Podio Latemar Vertical Km (Foto predazzoblog.it)

La sedicesima edizione del Latemar Vertical Kilometer, disputatasi ieri nel cuore del Gruppo Dolomitico è stata vinta dal giovane della Val di Rabbi Nicola Pedergnana in campo maschile e dalla francese naturalizzata italiana Stephanie Jimenez, che si sono aggiudicati anche il titolo tricolore skyrunning VK.

Gara dagli elevati contenuti tecnici quella  del Latemar, che ieri ha ancora una volta, con 180 sky runners iscritti, richiamato i migliori specialisti della disciplina verticale italiani dei corridori del cielo. Al via dato ai 1670 metri del Gardonè  gli atleti  sono scattati disputando il primo sprint per guadagnare le prime posizioni, con il trentino Marco Facchinelli,  il  piemontese Marco Moletto,   il trentino Nicola Pedergnana, il valdostano Nadir Maguet,  il fiemmese Thomas Trettel subito davanti.

Superato il tratto iniziale con le pendenze che si facevano impegnative il gruppetto dei migliori procedeva piuttosto compatto. E’ stato da metà gara in poi che Moletto si è portato davanti seguito da un Pedergnana in grande giornata e da Maguet.  Le posizioni di testa cambiavano  nel tratto roccioso finale, dove Moletto si spostava dalla linea di salita. Pedergnana ben concentrato e lucido non ha sbagliato il sentiero ed ha così superato il piemontese  arrivando ai 2670 metri del  rifugio Torre di Pisa in 36’50”, precedendo di 12” Marco Moletto, terzo a 50” dal vincitore Nadir Maguet. Quarta piazza per l’alto atesino David Thoni, in 37’42”3 quinto l’atleta di casa Thomas Trettel in 37’54”4. Ottava posizione per il campione italiano uscente Marco Facchinelli.

Tra le donne, che hanno registrato una partecipazione record con ben 30 iscritte, la gara è stata molto combattuta tra  la francese Jimenez, e la bellunese Francesca Rossi, alternatesi al comando del Vertical del Latemar e con la Jimenez, che nel tratto finale aveva più energie, giungendo al Torre di Pisa in 44’31”6. La Rossi, seconda le ha pagato 16”. Terzo posto per la piemontese di Biella Barbara Cravello che ha fermato i cronometri in 46’00”, quarto posto,  prima delle trentine Beatrice Deflorian, di Tesero, in 46’51”. Quinta la lombarda Elisa Compagnoni in 47’19”5. Tra gli junior maschile vittoria dell’abruzzese Carlo Colaianni, in 40’33” davanti a Enrico Loss, terzo Thomas Anderen, mentre tra le junior donne ha vinto Giulia Compagnoni in 50’27” davanti a Giorgia Felicetti.

Nella classifica delle Sky Runner Series, che la gara di oggi ha chiuso, in campo maschile ha vinto Nicola Pedergnana, davanti a Nadir Maguet, terzo Thomas Trettel. Tra le donne la series è stata vinta dalla Jimenze, davanti alla Rossi, terza la trentina Beatrice Deflorian La Jimenez ha vinto la Sky Runners Series vertical. La manifestazione del Latemar ha confermato la validità tecnica del tracciato, come ci dice Claudio Deflorian, a capo dell’organizzazione. ”Temevamo per il meteo, che è  stato tutto sommato, date le premesse, clemente. Non è piovuto e al Torre di Pisa vi era un po’ di nebbia. Abbiamo dato vita ad una gara , all’altezza del Campionato Italiano, come già fu in passato questa è la terza volta che sul Latemar si assegnano i tricolori e continuando una tradizione illustre con oggi alla partenza ben 180 skyrunners.

Interviste.

Nicola Pedergana. “E’ una vittoria che non mi aspettavo, oggi stavo bene e sin dai primi metri di gara ho capito di essere in forma. Ho avuto anche un po’ di fortuna perché Moletto si è spostato dal tracciato ideale di salita io sono stato lucido ed lo ho superato vincendo.” Tricolore che resta in Trentino. “Sì succedo a Marco Facchinelli che è trentino e del mio stesso Team La Sportiva.”

Stephanie Jimenez. “Sono davvero contenta di aver vinto questa gara ed anche il tricolore, perché da una settimana ho la cittadinanza italiana. Ho combattuto con la Rossi, ma nel tratto finale sono riuscita a starle davanti, sono felicissima.”

Fonte predazzoblog.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti