Lake Garda Marathon: Massimo Leonardi e Gillian Bland vincono la maratona dei duemila di 30 nazioni

Di GIANCARLO COSTA ,

Torbole Night Run (foto organizzazione)
Torbole Night Run (foto organizzazione)

Il trentino Massimo Leonardi (al rientro da una squalifica di 8 mesi per doping n.d.r.) e la giornalista inglese Gillian Bland, corrispondente della rete televisiva BBC, hanno vinto solitari la nona LakeGardaMarathon, disputata oggi sul tracciato dell’Alto Benaco da Malcesine (Veneto) a Torbole (Trentino), con passaggi anche a Brenzone subito dopo la partenza e successivamente a Riva del Garda e Arco nelle fasi finali. Duemila i partenti di 34 nazioni che hanno corso in una scenografia da favola dapprima lungo la Gardesana che costeggia il lago alle pendici del Monte Baldo e poi anche nell’entroterra del Garda Trentino.

Massimo Leonardi (US Monte Pallidi Moena) ha chiuso in 2h26’05 e ha avuto ragione di Abdelekrim Kabbouri (finito a 2’18”) con un grande allungo nel finale dopo aver condiviso con l’atleta del Marocco gran parte dei 42.195 Km di gara. Terzo il ceco Pavel Brydl di Nove Mesto  (a 8’20”) davanti all’altro trentino Silvano Beatrici (Gs Fraveggio)  a 13’21” e al veneto Loris Fanton (Atl Riviera del Brenta) a14’37”.

Differente lo svolgimento della gara donne con l’inglese Bland (3h04’06) riuscita nel finale a recuperare e sopravanzare la trentina Monica Carlin, grande specialista delle lunghissime distanze ed oggi disturbata nella sua azione da condizioni fisiche precarie che ne hanno limitato la prestazione nelle battute conclusive tanto da chiudere distaccata di 1’52”. Terza la veneta Monica Magni (Marciatori San Giorgio) a 17’47”.

Nella 30Km netto il dominio dei marocchini Tarik Marhnaoui (1h40’24)  e Rachid Benhamdane (a 3’37”) . Terzo il veneziano Matteo Gobbo (Atl. Due Torri Sporting Noale) attardato di 6’52”. Tra le donne  ancora un’inglese è riuscita a salire sul gradino più alto del podio: Rachel Elaine Burgess (2h09’18) ha avuto ragione delle veronesi Federica Schio (a 4’37”) e Veronica Bacci (a 5’58”), entrambe dell’Asd Atletica Pulatotina. Al via tra gli altri il vicepresidente della Giunta provinciale Alessandro Olivi, il giornalista sportivo di Mediaset Stefano Vegliani e Andrea Tomazzoni, di Trentino marketing stavolta in veste di atleta e  non di organizzatore.

Nella 15Km i più veloci sono risultati gli italiani Fabrizio Girardelli (Atl. Quercia Rovereto) e Monica Vezzana (Legnano).

Anteprima alla nona LakeGardaMarathon, quest’anno organizzata dalla nuova società GardaSupersport, è stata la Torbole Night Run che sabato sera ha visto 250 concorrenti correre per quasi 12 chilometri da Torbole a Tempesta con rientro lungo il sentiero posto a metà montagna su un percorso reso ancor più suggestivo della sceneggiatura notturna. E così mentre da Torbole gli spettatori potevano seguire l'andamento delle "lucine" sul lungolago prima e sul versante occidentale del Monte Baldo, gli intrepidi pionieri della prima edizione della Torbole Night Run si sono sfidati sulle tre scalinate metalliche che completano il fascinoso sentiero che da Capo Tempesta conduce al parco delle Busatte per poi fare ritorno in picchiata nel centro di Torbole. Il più veloce è risultato il triatleta Gabriele Frasconà. Prima donna, l'ungherese Gyongyi Nagi.  La serata si è conclusa con il concerto "Song for Run e Research" del gruppo locale MG Project.

Questa prima Torbole Night Run voleva essere un esperimento per gli organizzatori della Garda SuperSport: stando al responso dei partecipanti, la prima è stata un trionfo. Non resta che mettersi al lavoro per la prossima edizione. Esattamente come avvenuto con la Lake GardaMarathon. Ci si ritroverà nell’ottobre 2016 mentre ad aprile ci sarà la novità della GranFondo del Garda riservata alle bici.

Fonte U.S. Nicer

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti