La Corsa in Montagna piemontese riparte da Susa con il Memorial Marco Germanetto

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Memorial Marco Germanetto
Apertura Memorial Marco Germanetto

Sabato 18 luglio si riparte! Sarà Susa, la culla della Corsa in Montagna piemontese, sede del Challenge Stellina, quest’anno Campionato Italiano, che ospiterà la prima corsa ufficiale post-coronavirus, con il Memorial Marco Germanetto da 3 anni intitolato anche ad Adriano Aschieris, Presidente dell’Atletica Susa e della Fidal Piemonte.

La sede del percorso sarà l’Arena Romana, Terme Graziane, Castello della Contessa Adelaide, con l'Arco di Augusto sullo sfondo; tutto racchiuso in 1300 metri di circuito spettacolari e ricchi di storia.
Mercoledì 15 alle ore 22.00 chiuderanno le iscrizioni. La gara sarà organizzata seguendo scrupolosamente le linee guida del Governo e della Fidal, leggere attentamente il volantino allegato con la descrizione delle nuove normative per le gare di corsa.

Appuntamento a Sabato 18 luglio a partire dalle 16,30 all’Arena Romana di Susa.

Info www.atleticasua.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti