La Biella Oropa Monte Camino festeggia il decennale con 300 corridori incoronando Francesco Bianco e Marcella Belletti

Di GIANCARLO COSTA ,

La Biella-Oropa-Monte Camino compie dieci anni, in un crescendo di partecipanti  e protagonisti, coordinati dall'organizzazione del GSA Pollone, la società che dopo aver partorito l'idea di questa gara, riprendendo l'Oropa-Monte Camino dello scorso decennio ed allungandola con la partenza dal centro di Biella, per un percorso di 23 km e 2000 metri di dislivello, dai 365 metri di Biella ai 2391 metri della vetta del Monte Camino. La gara si sviluppa sui pendii che portano prima a Favaro e poi ad Oropa, con leggeri strappetti e lunghi tratti corribili, che esaltano le doti dei corridori, mentre nella seconda parte, da Oropa al Mucrone e poi al Monte Camino, si esaltano le doti degli scalatori puri. Ma solo un corridore completo può ottenere un buon risultato su questa gara. Grande la prestazione dl vincitore Francesco Bianco che bissa il successo del 2008, con un allungo decisivo tra Oropa e d il Mucrone su Davide Milesi, vincitore del 2009, grande atleta polivalente che a 46 anni sa ancora essere protagonista in sport diversi (dalla corsa con le racchette da neve di Vancouver durante le Olimpiadi ad una gara prestigiosa come quella di oggi).

Per Bianco il crono finale è 2h11'32", per Milesi 2h12'46", mentre un finale quasi allo sprint assegna il terzo posto a Maurizio Fenaroli, rivelazione di questa stagione di skyrunning, in 2h15'20", su Riccardo Faverio quarto in 2h15'23". Quinto posto per Enzo Mersi in 2h18'45", sesto per Daniele Vottero in 2h22'02", settimo per Carlo Torello Viera in 2h29'22", ottavo per Silvio Balzaretti in 2h32'15", nono Andrea Vipiana in 2h34'41" e decimo Giancarlo Costa in 2h36'18".

Nella gara femminile sbaraglia il campo Marcella Belletti in 2h38'47" (finendo anche 15a assoluta!), con Ornella Bosco seconda in 2h46'39", terza Giovanna Malan in 2h51'36", quarta Annamaria Garelli in 2h54'08" e quinta Barbara Cravello in 2h55'50". 38 le donne al traguardo, un numero rilevante, in totale 292 provenienti da 16 province diverse, per una gara ormai di fama nazionale.

Commovente il ricordo di Paolo e Marco Cavagnetto, ai quali è intitolata la gara ed il trofeo assegnato alla squadra dell'Ermenegildo Zegna

A breve le classifiche complete e poi un servizio fotografico completo dell'evento.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti