KV Diga Teleccio - Colle dei Becchi - Piantonetto (TO - Piemonte) 30.8.2008

Di GIANCARLO COSTA ,

KV del Teleccio
KV del Teleccio

Di Carmela Vergura

"Dove osano gli stambecchi..." Noi umani però non siamo stambecchi, anche se stamattina ho avuto la strana sensazione di diventarlo in alcuni momenti! Lago di Teleccio ore 9.30, partenza per una gara di corsa in montagna, 1a edizione del Km Verticale: lago di Teleccio -  Colle Dei Becchi. 5 km di lunghezza con partenza da 1917 metri del lago  e arrivo a quota 2990 metri del Colle.

Per dare una logistica al posto, il colle dei Becchi è situato al piedi del Blanc Giuir e del Becco Meridionale della Tribolazione. Arrivando dal rifugio Pontese (Valle di Piantonetto) ci si affaccia sul Vallone di Noaschetta con vista magnifica sul Gran Paradiso. Questa gara, inserita nel Circuito Gran Prix Km Verticale del Parco Nazionale del Gran Paradiso, (circuito di 4 gare) è stata organizzata grazie al super lavoro del negozio Ski Alp di Cuorgnè,  dei gestori del rifugio Pontese e da altri sponsor generosi di premi. Contemporaneamente al Km Verticale, si è svolta anche la gara valida per il Campionato Fidal del Canavese, lago Teleccio - Rifugio Pontese ( più breve e con meno dislivello). A prendere parte ad entrambe le gare una 90 di "camosci", tra cui la sottoscritta, che vista la giornata bellissima ha pensato bene di fare quest'escursione a 3000 metri di altitudine. Sul percorso del Campionato Fidal, 35 arrivati, con Giacchetto Roberto vincitore nel tempo di 55'20". Sul Km Verticale 54 arrivati al Colle Dei Becchi con un "duo" allo sprint Basolo Andrea nel tempo di 1h02'34" su Fornoni Daniele 1h02'36". Tra le donne presenti, 13 in tutto, ha vinto Rrika Alma ,10° assoluta nel tempo 1h09'17", seguita da Bosco Ornella e Cabodi Mirella. La fatica è stata veramente tanta, soprattutto per la difficoltà finale dell'ascesa, pietraia franabile e roccia, guai a distarsi e appoggiare male i piedi. La fatica è stata ben presto dimenticata all'arrivo al rifugio Pontese, che è molto accogliente (ci s'arriva in 45 minuti, su un comodo sentiero che costeggia inizialmente il lago di Teleccio).  Qui gestori e organizzatori della gara ci aspettavano con un ottimo aperitivo, accompagnato da stuzzichini, a seguire il  pranzo per tutti (atleti, escursionisti ed accompagnatori) gentilmente servito dal personale del rifugio, e le ricche premiazioni a sorteggio, oltre che le premiazioni per le due gare. A scaldare i nostri muscoli stanchi, un caldo sole e tanta bella compagnia.  Posso dire di aver vissuto una bellissima esperienza anche se per qualche attimo ho avuto dei timori ad arrampicarmi sulle rocce. Non era mai stata in questi posti, peccato non aver visto camosci, e penso in cuor mio che oggi un po' lo siamo diventati noi!

In allegato la classifica completa.


  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti