A Kilian Jornet Burgada & Stevie Kremer la Limone Extreme e il circuito Skyrunner World Series 2013

Di GIANCARLO COSTA ,

Kilian Jornet Burgada con Fabio Meraldi, la storia e il presente dello skyrunning (foto Torri)
Kilian Jornet Burgada con Fabio Meraldi, la storia e il presente dello skyrunning (foto Torri)

Il Team Salomon cala i suoi assi alla Limone Extreme con le super performance di Kilian Jornet & Stevie Kremer. Per loro successo di tappa e primo posto finale nel circuito World Series 2013. Se il fenomeno catalano non è però riuscito ad abbassare il record di Marco De Gasperi, la campionessa che viene d'oltreoceano ha letteralmente polverizzato il best time 2011 di Debora Cardone.

Pubblico delle grandi occasioni e numeri da capogiro per la finalissima della Skyrunner World Series. La competizione di Limone sul Garda, con i suoi 23.5km di sviluppo (2000m di dislivello positivo), ha richiamato ai nastri di partenza 437 corridori del cielo. Tra loro il gotha mondiale della specialità e tanti tantissimi appassionati che non hanno voluto perdere l'occasione di correre al fianco dei campioni.

Nella prima impegnativa ascesa Aritz Egea ha impresso un forcing irresistibile ai più portandosi in fuga Kilian Jornet e David Schneider. 4° Thorbjorn Ludvigsen e Ionut Zinca. Primo italiano Matteo Piller Hofer. A femminile Antonella Confortola guida la gara su Stevie Kremer e Emelie Forsberg.

Al GPM di Cima Carone, nessun cambio al vertice. A condurre la gara ancora il terzetto composto da Aritz Egea, Kilian Jornet e David Schneider. 4° Ionut Zinca. Seguono Marc Pinsach, Thorbjorn Ludvigsen e Gregory Vollet. Nella gara in rosa una scatenata Stevie Kremer ha innestato le ridotte transitando a Cima Carona con 2' su una grandissima Antonella Confortola. Terza posizione, con un gap di ben 8', per Leire Aguirrezzabala. 10' il ritardo di una Emelie Forsberg (4ª) in netta difficoltà.

Mentre ad intrattenere il pubblico presente nella suggestiva location di Lungolago Marconi ci pensavano il re della slackline Lukas Huber e il campione di bike trial Andrea Maranelli, la gara in quota è entrata nel vivo. Nei duri saliscendi che anticipano la picchiata finale verso il traguardo, Kilian Jornet ha infatti messo la freccia e progressivamente staccato i diretti avversari. Per lui 50m di vantaggio su Aritz Egea. Seguono David Schneider e Ionut Zinca.

Tra due ali di folla, il re dello skyrunning è stato accolto con tutti gli onori dopo 2h17'05" di cavalcata trionfale. Seconda posizione per uno Ionut Zinca autore di una spettacolare rimonta. Terza piazza per un grande Aritz Egea. Al femminile, tutto come da copione con Stevie Kremer che vince gara e titolo in 2h46'13" davanti all'azzurra Antonella Confortola e alla svedese Emelie Forsberg.

Per quanto riguarda il circuito di Coppa, le World Series 2013 nella specialità SkyRace, oltre ad incoronare l'americana Kremer e lo spagnolo Jornet hanno visto aggiudicarsi la medaglia d'argento Luis Alberto Hernando (Spagna) ed Emlie Forsberg (Svezia). Quella di bronzo, invece, è andata al collo dell'americano Alex Nichols e dell'italiana Silvia Serafini.

Classifica maschile

1- Kilian Jornet Burgada 2.17.03 2- Ionut Zinca 2.18.27 3- Egea Aritz 2.18.53 4- Scheneider David 2.20.40 5- Ait Malek Zaid 2.21.09 6-Lizeaga Jokin 2.23.14 7- Pinsach Rubirola Marc 2.23.45 8-Nichols Alex 2.24.26 9-Ludvigsen Thorbjorn 2.24.55 10-Rullan Esteralles Pere 2.25.35

Classifica femminile

TOP TEN WOMAN: 1- Stevie Kremer 2.46.11 Record!! 2- Antonella Confortola 2.53.58 3-Emelie Forsberg 2.54.54 4. Tessa Hill 2.58.20 5. Leire Aguirrezala 2.58.54 6. Anna Lupton 2.59.06 7. Nuria Dominguez 2.59.13 8. Debats Ragna 2.59.55 9. Domin Wisniewska 3.00.27 10. Maria Cebo 3.03.50

Fonte Maurizio Torri sportdimontagna.com

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti