Kappa Marathon: a Bardonecchia (TO) corsa e bici sugli stessi sentieri dello Jafferau

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Kappa Marathon (foto turinmarathon.it)
Partenza Kappa Marathon (foto turinmarathon.it)

Una splendida giornata di sole, dopo settimane di tempo sfavorevole hanno accolto le centinaia di atleti che si sono dati appuntamento a Bardonecchia domenica 13 luglio,  per prendere parte alla 12a edizione della Kappa Marathon.

I sentieri dello Jafferau sono stati teatro delle imprese agonistiche e amatoriali dei biker per le sezioni MTB e dei corridori a piedi per le sezioni podistiche.

Tre gli affascinanti percorsi che hanno caratterizzato quest’edizione,  tutti off-road fin dal primo metro e con partenza dai piazzali della Difensiva. La Grand François (15 Km) ha affrontato la Gran Bea e la Decauville, affascinanti sentieri della storia di Bardonecchia, per poi fare ritorno verso l’arrivo presso la zona della telecabina Fregiusia, attraverso una delle più caratteristiche borgate bardonecchiesi.

La Grand Jafferau (35 Km) ha condotto i suoi partecipanti sia in bici che a piedi sulla suggestiva strada che porta al monte Jafferau, punto più alto della manifestazione.

Per coloro che hanno scelto di interpretare la Kappa Marathon in maniera più festosa, è stato preparato un percorso balcone sulla città di Bardonecchia che, nonostante la sua minore lunghezza, circa 5 Km, ha entusiasmato i loro animi.

Fantastica partecipazione femminile, che conferma la crescita del numero delle donne partecipanti alle corse in bicicletta e a piedi, dell’ultimo tempo. Un dato davvero significativo: il 27% del totale dei partecipanti era rosa.

Dal punto di vista agonistico ha vinto la Grand François al maschile, Piercarlo Lagna 1h13’17’’, aggiudicandosi il primo gradino del podio nella gara competitiva della sezione podistica. Tra i biker che hanno scelto il percorso medio si è imposto Fabio Ninin con il tempo di 1h16’57’’.

Come si può vedere i podisti, su questo tipo di percorso, sono riusciti a battere i corridori in bicicletta, questo a significare che quando il percorso è impegnativo l’agilità del corridore a piedi riesce a superare quella del ciclista.

Nella Grand Jafferau invece dopo un testa a testa maschile durato per gran parte del percorso, tra i corridori in bicicletta Cristiano Bo e Daniele Pollone, si è imposto il primo, con un tempo di 2h13’31’’ distaccando Polone di più di 3 minuti (2h16’50’’).

Al femminile unica eroina della Gran Jafferau ciclistica è stata Martina Fiorentino che ha percorso la stessa distanza degli uomini in 3h36’54’’.

Nella Grand Jafferau podistica vittoria per il bardonecchiese Luca Mamino, che ha coperto la distanza dei 35 Km in 4h07’50’’ distanziando il secondo classificato di 13 minuti, Massimo Folegotto (4h20’19’’) e il terzo atleta Paolo Cravero giunto al traguardo di Bardonecchia in 4h24’01’’.

In campo femminile ottima prestazione dell’ormai consolidata atleta della Podistica Tranese, Nadia Dal Ben (4h58’53’’), che ha avuto la meglio sull’atleta Valeria Pires della società Turin Marathon che ha chiuso in 5h01’48’’. Sul terzo gradino del podio Grazia Montabone (5h58’09’’).

Nella Petit François anche grande partecipazione dei giovani e dei bambini che hanno potuto correre o camminare i loro primi chilometri in montagna.

Prossimo appuntamento della 13a edizione della Kappa Marathon Gran Premio Città di Bardonecchia, luglio 2015.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti