La ISF ha annunciato il Ranking Atleti 2014, Kilian Jornet Burgada ed Emilie Forsberg sempre leader

Di GIANCARLO COSTA ,

Elisa Desco (foto Fabio Menino)
Elisa Desco (foto Fabio Menino)

Anche quest’anno, come avvenuto per la stagione 2013, la ISF annuncia il Ranking Atleti 2014. Per ciascuna disciplina, SKY, ULTRA e VERTICAL, vengono publicati i nomi dei migliori 100 uomini e delle migliori 50 donne. Il Ranking Atleti ISF utilizza un algoritmo di proprietà che, come annunciato al suo esordio, raggiungerà la sua completezza dal 2016, ovvero quando incomincerà a contemplare i risultati ottenuti in tre stagioni agonistiche.

Nel 2013, l’anno zero del Ranking Atleti ISF, tra gli altri parametri, il calcolo dei punteggi teneva in considerazione la presenza o meno di atleti elite basandosi su un elenco appositamente predisposto. Nel 2013, non essendo associato a priori nessun punteggio agli atleti elite, la variabile in ciascun evento era rappresentata dal loro numero in termini di presenza. Una volta elaborato, poi, il Ranking 2013 aveva associato per la prima volta a ciascun atleta un relativo punteggio.

Per il 2014, quindi, il Ranking Atleti ISF non ha più tenuto conto del numero di atleti elite presenti ma l’effettivo punteggio di tutti gli atleti classificatisi nelle prime 30 posizioni maschili e nelle prime 15 femminili. I punteggi del 2014, infine, sono stati ponderati con quelli ottenuti nel 2013 per il calcolo del punteggio finale.

Quest’anno, vengono annunciati, nell’ordine, il Ranking SKY e, a seguire, quello delle ULTRA e, infine, quello del VERTICAL.

Il Ranking Atleti SKY 2014 si è basato sull’analisi dei risultati conseguiti in 21 gare disputatesi in 3 continenti (Europa, America e Asia). Al suo interno, annovera i punteggi di 639 atleti (437 uomini e 203 donne) provenienti da 44 paesi.

Solo per i risultati 2014, la classifica maschile vede al primi tre posti, come lo scorso anno, Kilian Jornet (ESP), Ionut Zinca (ROU) e Marco De Gasperi (ITA). Tadei Pivk (ITA) si riconferma tra i migliori al mondo salendo in quarta posizione ed entrano nuovi atleti nella Top Ten come Manuel Merillas (ESP), quinto, Petro Mamo (ERI), sesto, David Schneider (SUI), ottavo e Michel Lanne (FRA), decimo.

Per le donne, invece, sempre per i soli risultati del 2014, ai primi tre posti ci sono Stevie Kremer (USA), Elisa Desco (ITA) e Maite Mayora (ESP). Dopo il primo posto del 2013, Emelie Forsberg (SWE) riconferma il suo talento nella disciplina con la quarta posizione ed entrano nuove atlete nella Top Ten come Laura Orguè (ESP), quinta, Kasie Enman (USA), sesta, Silvia Rampazzo (ITA), settima, Leire Aguirrezabala (ESP), nona e Victoria Wilkinson (GBR), decima.

Dopo l’aggregazione dei risultati conseguiti sia nel 2013 che nel 2014, il nuovo Ranking Atleti 2014 assegna, per il secondo anno consecutivo, la prima posizione nelle SKY a Kilian Jornet (ESP) ed Emelie Forsberg (SWE). Seguono, tra gli uomini, Ionut Zinca (ROU) e Marco De Gasperi (ITA) e, tra le donne, Stevie Kremer (USA) e Maite Mayora (ESP).

In allegato il ranking completo con le prime 100 posizioni maschili e le prime 50 femminili.

Fonte skyrunning.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti