In 500 a gareggiare nella Traslaval

Di ALBERTO ,

traslval
traslval

Scatterà domani pomeriggio alle ore 17.00 da Pozza di Fassa la decima edizione della Traslaval, corsa podistica a tappe ideata dieci anni fa da “patron” Stefano Benatti, un grande appassionato e praticante della corsa in montagna che ha voluto portare una gara sui propri sentieri di allenamento. Obiettivo raggiunto e, vista la storia dell’evento, con successo.Due lustri di storia, dunque, festeggiati con il numero record di partenti: domani a Pozza di Fassa sono attesi 500 atleti.Tanti amanti della corsa in montagna e del trekking, nonché degli ameni paesaggi della vallata trentina, della quale lo stesso Benatti cerca ogni anno di regalare ai propri concorrenti qualche nuovo particolare. Amanti della corsa in montagna, ma anche professionisti della speciale disciplina di fatica.Saranno al via, infatti, il bergamasco Emanuele Zenucchi, il toscano Cristiano Di Vico e il laziale Davide Corsetti (specialista dei 1500 metri piani), ai quali si è aggiunto proprio oggi il maratoneta torinese Giuseppe Veletti.Al femminile, invece, l’attesa regina di questa decima edizione è la bergamasca Daniela Vassalli, braccata dalla coppia composta da Marina Gorra e da Elena Casaro.Domani, dunque, toccherà alla prima delle cinque tappe in programma, con partenza da Pozza di Fassa. Una gara in linea che vedrà i concorrenti transitare dalle frazioni di Moncion e Ronch, per poi salire verso Gardeccia e le Torri del Vajolet, nonché arrivare ai piedi dei Dirupi del Larsech.Un percorso che, proprio oggi, è stato allungato di 1 km e che misurerà quindi circa 10 km. Percorso decisamente tecnico ma, vista la lunghezza, alla portata di tutti, tant’è che, a differenza delle prossime tappe (quando i camminatori e gli appassionati di nordic walking anticiperanno in partenza i “big”), domani tutti i concorrenti in gara partiranno assieme.In tutto saranno cinque le tappe (mercoledì 2 luglio giorno di riposo), per i totali 55 km di gara che, nella giornata di venerdì 4 luglio condurranno i concorrenti sulla Conca del Ciampac, sede di arrivo del tappone finale e novità assoluta di questa decima edizione. Altra novità, poi, sarà quella della terza tappa, con la cronometro ad inseguimento di Soraga, che vedrà gli atleti prendere il via con i distacchi accumulati nelle prime due frazioni.Tornando alla tappa di domani, viste le caratteristiche del percorso (che presenta salite brevi ma intense) i pronostici pendono a favore di Emanuele Zenucchi al maschile (favorito anche per il successo finale) e per la padovana Marina Gorra al femminile. Gorra e Casaro, infatti, potrebbero esaltarsi sul tracciato della frazione di domani, anche se la favorita per il successo finale è e rimane Daniela Vassalli.Ora si attendono conferme dalla gara, per quella che sarà ricordata come la Traslaval dei record, della carica dei 500.



Può interessarti