Il comunicato della Fidal Piemonte sulle convenzioni con gli Enti Promozione Sportiva

Di GIANCARLO COSTA ,

Run card Fidal Piemonte
Run card Fidal Piemonte

In seguito ad alcune richieste di deferimento pervenute ad atleti e società piemontesi negli ultimi tempi, FIDAL Piemonte pubblica il seguente comunicato ufficiale per fare un po' di chiarezza in merito.

“Il CONI in data 2 luglio 2015 ha ratificato il nuovo Statuto FIDAL che, su precisa richiesta dei Delegati, ha decisamente affermato la funzione ESCLUSIVA della Federazione a disciplinare l’attività di atletica leggera in Italia.

In particolare all’articolo 1 – COSTITUZIONE E SCOPI punto C) si precisa che la FIDAL autorizza e disciplina le manifestazioni di atletica leggera che si svolgono in Italia, escludendo la partecipazione dei propri tesserati a manifestazioni agonistiche, comunque denominate, non autorizzate dalla FIDAL e che prevedano premi e classifiche.

Il 7 febbraio 2016 sono scadute le Convenzioni stipulate dalla FIDAL con gli Enti di Promozione Sportiva che, è bene precisare, sono deroghe che la FIDAL concede agli EPS relativamente alla possibilità di organizzare manifestazioni promozionali con modalità competitive, ma nulla hanno a che vedere con le manifestazioni AGONISTICHE (ossia quelle con premi e classifiche) di esclusiva competenza della FIDAL.

Per attuare operativamente l’osservanza dello Statuto e l’entrata in vigore delle nuove Convenzioni, la Federazione ha stabilito che le nuove disposizioni devono essere obbligatoriamente applicate dal 1° giugno 2016, ma in questi mesi si sono già avute comunicazioni di deferimenti di tesserati FIDAL da parte di altri Comitati italiani per partecipazione a manifestazioni in contrasto con la normativa federale.

REGOLAMENTO DI GIUSTIZIA – ART. 1  comma 3: Le Società sono oggettivamente responsabili dell’operato dei propri dirigenti e tesserati STATUTO a parte l’articolo 1 punto c) di cui sopra – ARTICOLO 6 punto b) I tesserati hanno  il dovere di osservare le norme contenute nel codice della giustizia del CONI, nello Statuto, nei regolamenti federali e nelle delibere  dei competenti Organi Federali .

In particolare l’articolo 5 delle Norme per l’organizzazione delle manifestazioni RICHIESTE DI ORGANIZZAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI, le Società FIDAL non sono obbligate a organizzare manifestazioni AGONISTICHE, qualora però intendano organizzarle DEVONO presentare la richiesta di organizzazione per l’anno successivo alla FIDAL, ciò significa, e ribadisce, che solo FIDAL può approvare gare AGONISTICHE (ripetiamo, quelle con premi e classifiche).

Pertanto chi desidera organizzare in forma agonistica deve ottenere l’approvazione Fidal (possibile in modo diretto per le società affiliate Fidal e solo su specifico accordo, e  limitatamente, per Enti o Associazioni e loro società non affiliate Fidal in relazione ad una preventiva convenzione con la FIDAL Nazionale), le manifestazioni non agonistiche o comunque denominate, pertanto organizzate anche in modalità competitiva ma senza premi e classifiche (solo l’ordine d’arrivo), possono essere organizzate indistintamente da Federazione, EPS. Associazioni e loro società. 

E’ allo studio, qualora la Convenzione lo permetta, la possibilità di accordi locali più favorevoli con gli EPS ed altre realtà convenzionate con FIDAL Nazionale, ma dal 1° giugno per partecipare alle manifestazioni FIDAL sarà indispensabile essere tesserati FIDAL (o RunCard Nazionale), i tesserati EPS dovranno avere quindi il doppio tesseramento (EPS + FIDAL o RunCard Nazionale salvo accordi diversi), per tutti naturalmente vi é l’obbligo di essere in regola con il Certificato medico di idoneità alla pratica agonistica atletica leggera.

La partecipazione di tesserati FIDAL a qualunque manifestazione non AUTORIZZATA dalla FIDAL (EPS o non)  sarà obbligatoriamente  perseguita ai sensi dello Statuto articolo 1 c)”

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa