Il campione olimpico e primatista mondiale di maratona Eliud Kipchoge vince la maratona di Enschede in 2h04m30s

Di GIANCARLO COSTA ,

Eliud Kipchoge vincitore della maratona di Enschede (foto iaaf)
Eliud Kipchoge vincitore della maratona di Enschede (foto iaaf)

Il campione olimpico e primatista mondiale di maratona Eliud Kipchoge è tornato alle gare nella NN Mission Marathon, corsa lungo il Twente Airport di Enschede, nuova sede posposta di una settimana, dopo la forzata indisponibilità dell'iniziale location designata di Amburgo. Per Kipchoge, primatista mondiale di maratona in 2h01:39 e oro olimpico nel 2016 a Rio de Janeiro, un test superato brillantemente con una corsa con ritmo in progressione e finish di 2h04:30, miglior prestazione mondiale stagionale 2021. Il crono odierno rappresenta la nona prestazione della carriera del 36enne keniano e il primo successo in assenza di pubblico lungo le strade delle città, tempio delle maratone di tutto il mondo prima della pandemia. Il test di Enschede proietta il campione africano verso le Olimpiadi con il ruolo di favorito, e l'obbiettivo del secondo successo a cinque cerchi, impresa riuscita in passato solo all'etiope Abebe Bikila (Roma '60 e Tokyo '64) e al tedesco dell'Est Waldemar Cierpinski (Montreal '76 e Mosca '80).
Alle spalle di Kipchoge si piazzano sul podio il keniano Jonathan Korir secondo in 2h06’30” e l'eritreo Kifle terzo in 2h08’07”.

Nella corsa femminile, successo per la tedesca Katharina Steinruck in 2h25’59”, seconda prestazione europea 2021, seguita sul podio dalla portoghese Sara Moreira seconda in 2h26’42” e dalla tedesca Rabea Schöneborn, terza in 2h27’03”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti