IAU 24h World Challenge: provato il percorso mondiale | Running Passion

IAU 24h World Challenge: provato il percorso mondiale

Di ALBERTO ,

percorso google r
percorso google r

Giorno di Pasqua, nessuna gara in programma... potevamo forse riposare una domenica, ma io ed il compagno di maratone, Ferdinando, abbiamo deciso di provare in anteprima il percorso sul quale verranno disputati i prossimi campionati mondiali di 24 ore.

La giornata era ottima, sia da un punto di vista meteo sia perchè complice, l’ora e la giornata festiva, il traffico era praticamente assente, per cui abbiamo potuto correre sull’effettivo tracciato di gara.

Solo alcuni giri, una decina circa, ma abbiamo verificato che il circuito è scorrevole e veloce, anche se la velocità, più che dipendere dal tipo di tracciato, dipende dal ritmo imposto dagli atleti in gara.

Il tracciato misura 1133 metri e vi sono solo sette curve, anche se verso i 300 metri si deve modificare leggermente la traiettoria di corsa.

Ci sono sei curve: cinque sono a sinistra ed una sola a destra.

Il percorso di gara è sufficientemente largo e credo non crei complicazioni agli atleti in gara, anche se penso nella parte iniziale dovrebbero tenere un comportamento prudente alla prima curva posta, a circa 80 metri dalla partenza.

Il lungo rettilineo di via Angelo May, lungo circa 400 metri, potrà assumere un’importanza determinate per lo svolgimento della gara, soprattutto per controllare gli avversari.

Il percorso scende leggermente fino a metà per poi risalire. Intendiamoci bene, non si tratta di discese e salite impegnative, anzi il tratto si percorre agevolmente e si ha anche il tempo di rilassarsi (almeno, noi abbiamo avuto il tempo di farlo).

La particolarità del percorso sopra evidenziata fa sì che il concorrente che segue possa vedere il concorrente che lo precede per un lungo tratto e possa decidere la tattica da seguire. Questo vantaggio sarà ancor più marcato se le distanze dovessero essere quelle che hanno assegnato il titolo femminile lo scorso anno a Seul.

Alla fine del nostro allenamento/collaudo del percorso, Ferdinando ed io abbiamo già un piccolo primato: siamo stati i primi a correre sul percorso del mondiale che si disputerà a Bergamo il prossimo 2 e 3 maggio!

Fausta Della Piana



Può interessarti