I risultati dei 5000 e 1500 metri del meeting di Zogno

Di GIANCARLO COSTA ,

Marta Zenoni (foto archivio Colombo Fidal)
Marta Zenoni (foto archivio Colombo Fidal)

Serata dedicata al mezzofondo sulla pista di Zogno (Bergamo) con il successo nei 5000 metri di Marta Zenoni. L’azzurra chiude in 15’55”, correndo in solitaria nel finale, e avvicina il record personale di 15’52” ottenuto due anni fa, quando si aggiudicò il titolo italiano assoluto a Bressanone. Continua il percorso di rientro agonistico per la 22enne dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter, già tornata in gara di recente su 3000 e 1500 metri. Alle sue spalle Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina, 16’20”), appena convocata per la Coppa Europa dei 10.000 in programma a Birmingham il 5 giugno, e la promessa Gaia Colli (Atl. Valle Brembana) con il personal best di 16’21”.

Combattuta la gara maschile che vede cinque atleti nell’arco di pochi secondi, a ridosso dei quattordici minuti, e tutti in crescita: Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 14’00”) precede nell’ordine Samuel Medolago (Atl. Valle Brembana, 14:03), il non ancora ventenne Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane, 14:03), Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana, 14:04) e Omar Bouamer (Gp Parco Alpi Apuane, 14:04).

Tanti progressi sui 1500 metri, nel Silver Meeting intitolato a Vincenzo Leggieri. Si migliora di oltre quattro secondi la vincitrice Michela Moretton (Atl. Ponzano), classe 2000, con 4:22 e di quasi dieci l’allieva Arianna Algeri (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) che scende a 4:23 e diventa la quinta under 18 italiana di sempre, ma timbrano ampiamente il personale anche l’altra promessa Federica Cortesi (Atl. Valle Brembana, 4:23), Federica Baldini (Cus Genova, 4:25.00) e la ventenne Giovanna Selva (Sport Project Vco, 4:26), che debutterà in Nazionale maggiore nei 10.000 del trofeo continentale.

Al maschile sfiora il suo primato Riccardo Tamassia (Trevisatletica) con 3:43 e si riporta nei dintorni del proprio limite l’ex campione italiano assoluto Matteo Spanu (Atl. Malignani Libertas Udine, 3:43) davanti a Pietro Riva (Fiamme Oro, 3:44, poi arrivano il tricolore under 23 sulla distanza Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 3:46) e quello del cross Wilson Marquez (Siracusatletica, 3:46), entrambi al personale.

Fonte Fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti