I polacchi Bartosz Gorczyca ed Ewa Majer vincono il Sardinia Trail

Di GIANCARLO COSTA ,

Bartosz Gorczyca vincitore del Sardinia Trail (foto organizzazione)
Bartosz Gorczyca vincitore del Sardinia Trail (foto organizzazione)

Il polacco Bartosz Gorczyca, con il tempo finale di 6h12m52s, ha vinto l’ottava edizione del Sardinia Trail, conclusasi sulla spiaggia di Museddu nel comune di Cardedu.
Il runner polacco, innamorato della Sardegna, è arrivato primo nella classifica assoluta della terza tappa - Tertenia-Gairo-Cardedu di 26,8 Km – con il tempo di 02h28m10s, precedendo gli ex aequo Fabien Huby (BEL) e Dario Tuveri (ITA) che hanno concluso con un ritardo di14m08s dal vincitore. Nella generale in seconda e terza posizione rispettivamente Fabien Huby (BEL) a 35m38s e Lino Polti (CHE) a 01h01m43s dal vincitore assoluto.
Insomma anche l’ultima tappa è stata molto dura e selettiva, con gli atleti che hanno dato fondo alle ultime energie per tentare di scalzare il predestinato Bartosz Gorczyca dal titolo di Sardinia Trail senza riuscirci.
Il primo italiano, il veneto Stefano Buosi con il tempo di 08h11m22s si è classificato all’ottavo posto nella generale in una competizione dominata dagli stranieri.

Nella categoria donne si aggiudica, per la prima volta, il titolo di Regina del Sardinia Trail Ewa Majer (POL) con il tempo di 07h34m08s, quinta assoluta, strappando lo scettro alla svizzera Patrizia Besomi, vincitrice delle due scorse edizioni: l’atleta ha concluso questa tappa posizionandosi in terza posizione nella classifica generale. Nella classifica donne di tappa e generale in seconda posizione troviamo la svizzera Ylenia Polti a 34m54s dal tempo complessivo della Majer.

Suggestivo il percorso della terza tappa dalla spiaggia di Foxi (Tertenia), agli scenari mozzafiato del Monteferru, la montagna più alta sul mare, Punta Cartuceddu e Coccorocci.
Ad accompagnare i runners nell’ultima tappa una splendida giornata dalle temperature buone, dopo che le prime due erano state caratterizzate da condizioni avverse che non hanno però impedito a tutti gli atleti di raggiungere, seppur faticosamente, ma con tanta grinta, impegno e determinazione, il traguardo sulla lunga e sabbiosa spiaggia di Museddu (Cardedu). All’arrivo, i più temerari, non si sono fatti mancare anche qualche tuffo tra le acque limpide e cristalline: un rito simpatico per celebrare queste 3 faticose giornate di gara con passaggi spettacolari da Urzulei ad Arzana.

Risultati 3^ TAPPA UOMINI
1° 01 Bartosz Gorczyca (POL) 02h28m10s
2° 17 Fabien Huby (BEL) in 02h42m18s a 14m08s
2° 68 Dario Tuveri (ITA) in 02h42m18s a 14m08s
4° Lino Polti (SVI) in 02h51m00s a 22m50s
5° 03 Davide Vassalli (SVI) in 02h52m50s a 24

Risultati 3^ TAPPA DONNE
1^ 42 Ewa Majer (POL) in 03h00m20s a 32m10s
2^ 29 Ylenia Polti in 03h08m50s a 08m30s
3^ 02 Patrizia Besomi (SVI) 03h18m00s a m17m40s

Generale UOMINI FINALE SARDINIA TRAIL
1° 01 Bartosz Gorczyca (POL) 06h12m52s
2° 17 Fabien Huby (BEL) in 06h48m30s a 35m38s
3° 28 Lino Polti (SVI) in 07h14m35s a 01h01m43s
4° 03 Davide Vassalli (SVI) in 07h26m30s a 01h13m38s
5° 05 Roberto Casavecchia (SVI) in 08h04m55s

Generale DONNE FINALE SARDINIA TRAIL
1^ 42 Ewa Majer (POL) in 07h34m08s
2^ 29 Ileneia Polti (SVI) in 08h09m02s a 34m54s
3^ 02 Patrizia Besomi (SVI) 08h

Fonte press officE sardinia trail

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti