I convocati della Nazionale di Trail Running per i Mondiali in Portogallo

Di GIANCARLO COSTA ,

Marco De Gasperi e Davide Cheraz a  Maremontana Loano (foto Damiano Benedetto)
Marco De Gasperi e Davide Cheraz a Maremontana Loano (foto Damiano Benedetto)

Su indicazione del responsabile tecnico di corsa in montagna, trail e ultradistanze Paolo Germanetto, è stato diramato l'elenco degli atleti selezionati per i Campionati Mondiali di Trail Running in programma a Miranda do Corvo (Portogallo) l'8 giugno 2019. Per la rassegna iridata, il team azzurro sarà formato da 12 convocati (6 uomini e 6 donne).

Uomini
Luca Cagnati (Atl. Valli Bergamasche Leffe)
Davide Cheraz (Atletica Sandro Calvesi)
Marco De Gasperi (Atletica Alta Valtellina)
Francesco Puppi (Atletica Valle Brembana)
Alessandro Rambaldini (Atl. Valli Bergamasche Leffe)
Andreas Reiterer (Telmekom Team Südtirol)

Donne
Barbara Bani (Free-Zone)
Gloria Giudici (Free-Zone)
Lidia Mongelli (Atl. Correrepollino)
Sarah Palfrader (Atletica Alta Valtellina)
Emma Quaglia (Cambiaso Risso Running Team)
Silvia Rampazzo (Tornado)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti