Haile Gebrselassie: vittoria in Olanda alla Zevenheuvelenloop e obiettivo Londra 2012

Di MARCO CESTE ,

Haile Gebrselassie
Haile Gebrselassie

Haile Gebrselassie è uomo e atleta mai domo, su questo non ci sono dubbi. E' incredibile pensare che, giusto un anno fa dopo la Maratona di New York 2010, veniva annunciato il suo ritiro dalle competizioni. Brutta gara la sua a New York, con il ritiro al 25° chilometro. Notizia del ritiro prontamente smentita, ma che aveva comunque lanciato qualche monito. Tutti a dire che ormai in effetti il suo tempo si era fatto, che aveva dato tantissimo e che poteva a cuor leggere abbandonare le corse.

La non bella figura di Nerw York eccola ripetersi in un'altra maratona molto importante, quella di Berlino di due mesi fa. Altro ritiro, altro fallimento, altri dubbi.

Ma Haile non si arrende e, anzichè pensare al ritiro, ha in mente ben altro obiettivo: Londra 2012! La qualificazione la proverà a febbraio, correndo la Maratona di Tokyo. Per ora la sua presenza alla 42 chilometri giapponese è stata confermata e si spera che non ci siano cambi di programma nei prossimi due mesi.

Intanto, domenica 20 novembre il 38enne etiope, due volte campione olimpico ed ex detentore del record del mondo, si è imposto nella gara olandese Zevenheuvelenloop (Sette Colline) di Nijmegen. 15 chilometri per quella che è ormai da anni una competizione internazionale di altissimo livello.

Gebre ha vinto in 42'42", mostrandosi però per nulla soddisfatto a fine gara, dichiarando di essere deluso per non essere riuscito a scendere sotto i 42'.

Vittoria comunque importante per lui, che da linfa alla preparazione in vista di Tokyo ed eventualmente di Londra, che per il mitico Haile rappresenterebbe la quinta partecipazione ai Giochi Olimpici.