Grande spettacolo all'Asics Run di Cuneo

Di MARCO CESTE ,

Asics Run
Asics Run

Si è corsa ieri mattina nel cuore della bellissima città di Cuneo, l'edizione numero 25 dell’Asics Run, corsa competitiva ad invito, e la “7a Coppa Delle Alpi”, corsa competitiva per rappresentative regionali confinanti con le Alpi.

Alle ore 10,15, dopo una breve presentazione delle atlete più titolate, ha avuto luogo la partenza della categoria femminile dove 28 atlete si sono date battaglia sui 6 km del percorso; un circuito di 2 km da ripetere  per tre volte. Starter d’eccezione: Bernard Dematteis, campione di corsa in montagna, nonché ‘personaggio copertina’  della Stracôni 2013.

Le atlete prendono il via ad un ritmo sostenuto ed al primo chilometro si forma un gruppetto di cinque atlete che paiono aver un altro passo rispetto alle colleghe.

Al primo giro, dopo due chilometri percorsi in 6’19”, è la ruandese Claudette Muksakindi che prende l’iniziativa e si porta in testa distaccando di una decina di metri le compagne di fuga, vale a dire, Hanane Janat (n.3), Hellen Jepkurgat (n.6) e l’italiana Anna Incerti (n. 2).

Al terzo chilometro la Muksakindi cede e lascia la testa della corsa ad Hanane Janat che così allunga in un continuo, quanto inesorabile, allungo che si concretizzare al termine del secondo giro, dopo 4 km, in un vantaggio di 13” sulla Hellen Jepkurgat seguita a brevissima distanza dall’italiana Anna Incerti.

L’atleta delle Fiamme oro, nel corso dell’ultimo giro pare reagire raggiungendo e superando la Jepkurgat; l’ultimo chilometro, però, è fatale e l’Incerti viene nuovamente raggiunta e superata dalla rivale.

Dopo 6 km e con un tempo di 19’14”, la prima atleta che taglia il traguardo è la marocchina Hanane Janat (IBM Sport Roma) seguita, a 9”, dalla keniota Hellen Jepkurgat (Running Club Futura); al terzo posto, con un distacco di 10” dalla vincitrice, si piazza Anna Incerti (Fiamme Oro); al quarto posto Margherita Magnani (Fiamme Gialle) con un ritardo di17”; al quinto posto Plaudette Muksakindi (Atletica 2005) con un ritardo di di 21” e che ‘paga caro’ un avvio di gara troppo veloce; a seguire le restanti atlete.

La speciale classifica a squadre della Coppa delle Alpi femminile 2013 è andata alla rappresentativa della Rhone Alpes (Francia) (35punti) seguita al secondo posto dalla Lombardia (30punti), che non riesce così a bissare il successo dello scorso anno, al terzo posto il Piemonte (27 punti).

Alle ore 11, dopo la presentazione al pubblico dei migliori atleti, iniziava la ‘sfida clou’ della giornata: l’Asics Run maschile.

Starter d’eccezione Bernard Dematteis, campione di corsa in montagna nonché ‘personaggio copertina’ della Straconi 2013.

Avvio estremamente veloce che fa presagire un ‘tempone’; infatti, sino dal 1° km un gruppetto di atleti di colore tenta di dettare un ritmo forsennato; il primo passaggio in piazza Galimberti, dopo due chilometri, avviene in 5’ 38” ad opera del keniota Bll Hillary accompagnato dai conterranei, Sylvain Rukundo, Erastus Kirchir, Paul Sugut e dal marocchino Rachid Yassine. Il tempo ottenuto in questa prima frazione di gara, fa ‘tremare’ il record della manifestazione che, dal lontano 2008, è stato segnato da Peter Chesang Kurui in 27’45”.

Nel terzo chilometro avviene un ulteriore aumento del ritmo gara  ed il ‘gruppone’ di testa pare risentirne subendo così un primo, quanto implacabile, allungamento che si concretizza al termine del 2° giro che  viene chiuso in 11’20” da Erastus Chirchir insieme a Paul Sugut, Sylvain Rukundo e Hillari Bll, ad 8” c’è il lombardo Michele Palmini e via via tutti gli altri concorrenti.

Al termine del 3° giro, con il tempo di 17’ 03”, il quartetto di testa consolida in 18” il vantaggio sugli inseguitori che sono ‘guidati’ da Michele Palmini; il tempo totale dopo questa 3° frazione di gara fa intendere che il record della competizione è al sicuro e non verrà battuto.

Con il penultimo giro inizia anche la ‘battaglia per la vittoria’; infatti, Hillari Bll ed Erastus Chirchir forzano il ritmo; Paul Sugut tenta di reagire e resistere, meno reattivo Sylvain Rukundo che vede i compagni allungare.

Al 7° km la fuga del duetto di testa diventa reale e si concretizza all’8° km, dopo 4 giri, con il tempo di 22’48” Hillari Bll ed Erastus Chirchir precedono Paul Sugut di 8”, di 20” Sylvain Rukuando e di 29” Rachid Yassine (Lombardia).

Il duetto di testa prosegue la lotta per il primato ma, nonostante attacchi e contrattacchi, entrano appaiati in piazza Galimberti.

Un lungo, estenuante, ed esaltante sprint vede tagliare per primo il traguardo Erastur Chirchir (Futura Roma – Kenya) con il tempo di 28’36”2 seguito da Hillari Bll (Futura Roma – Kenya) in 28’36”6; al terzo posto Paul Sugut (Kenya) in 28’50”; al 4° posto Sylvain Rukundo (Kenya) ed al 5° Ioussaine Oukhrid (Lombardia).

La Coppa delle Alpi maschile 2013 è andata alla rappresentativa della Lombardia (110 punti) seguita da quella francese della Ligue Thl. Rhone Alpes (81 punti), che non bissano così il successo della scorsa edizione, al 3° posto la rappresentativa del Piemonte (80 punti). In allegato le classifiche 

Ufficio Stampa Asics Run



Può interessarti