Gran Sasso Skyrace: bronzo per Eddy Nani, titoli mondiali giovanili under23 per il giapponese Ueda, junior allo spagnolo lo spagnolo Jan Margarit, la spagna domina nel femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

La squadra italiana ai Mondiali Skyrunning giovanili del Gran Sasso (foto fb Carpente)
La squadra italiana ai Mondiali Skyrunning giovanili del Gran Sasso (foto fb Carpente)

Seconda giornata di gare ai Campionati Mondiali giovanili di skyrunning al Gran Sasso, con la skyrace di 22 km e 2000 metri d+ circa. Si assegnano i titoli giovanili Under23, Junior e Cadetti.

Negli Under23 storica prima vittoria di un giapponese Ruy Ueda nella gara maschile, argento al ceco Tomas Lichy, bronzo all'italiano Eddy Nani 5° Michele Sulli. Nella gara femminile oro alla spagnola Paula Cabrerizo Cuevas, con l'azzurra Enrica Fassone 4a.

Successo spagnolo nella gara junior con Jan Margarit, con gli azzurri Daniele Felicetti 4° e Carlo Colaianni 6°, oro femminile alla spagnola Laia Aguilar Bruch.

Dominio spagnolo anche tra i cadetti con Nicolas Molina Augustin al maschile e Jana Aguilar Bruch al femminile

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti