Gran Paradiso Vertical: record di partenti 140, successi di Lorenzo Rostagno e Chiara Giovando

Di GIANCARLO COSTA ,

Chiara Giovando vincitrice Gran Paradiso Vertical (foto Roletti) (7)
Chiara Giovando vincitrice Gran Paradiso Vertical (foto Roletti) (7)

Il Gran Paradiso ha regalato una giornata da cartolina per questa edizione del Gran Paradiso Vertical, 1000 metri di dislivello in salita per 3,6 km di sviluppo, dal rifugio Tetras Lyre di Pont Valsavarenche al rifugio Vittorio Emanuele e poi oltre, sulla morena che porta al Ghiacciaio del Gran Paradiso.

Giornata solare ma fredda nelle prime ore del mattino, quindi rifugio Tetras Lyre affollato come non mai, visto che sono stati ben 140 i partecipanti a questa gara, nuovo record della manifestazione, anche perché questa prova era valida per ben 2 circuiti di chi ama correre in montagna e in salita: il Defi Vertical del Tour Trail Valle d’Aosta e Gran Premio Gran Paradiso. Quindi gli organizzatori del
Association Sportive Corps Forestier de la Vallée d'Aoste, assieme al comune di Valsavarenche, alla Pro Loco con il supporto del Corpo Forestale e dei Guardaparco, alla fine sono riusciti a far partire tutti, trovando pettorali anche all’ultimo momento.

Gara in stile vertical puro, cioè zero metri in pianura e tutti su subito per il sentiero che porta al Gran Paradiso, e chi conosce la zona sa quant’è stretto, per di più ovviamente il tracciato era sulla massima pendenza. Quindi i primi 10 minuti di gara sono stati una vera “tonnara”, anche perché i bastoncini scappavano di qua e di là, poi ognuno ha preso più o meno la sua posizione e tutto è continuato fino al rifugio Vittorio Emanuele e poi passando per la pietraia, su per la morena che porta ai piedi del ghiacciaio del Gran Paradiso, l’unico 4000 interamente in territorio italiano delle Alpi.

Sulla stretta cresta della morena era posto l’arrivo, ed è qui che si è assistito allo sprint per la vittoria, con Lorenzo Rostagno che ha via via recuperato secondi al battistrada Mattia Roncoroni intesta fin dall’inizio, per poi infilarlo proprio sul traguardo e vincere in 45’39”, seguito da Mattia Roncoroni 2° in 45’42”, 3° gradino del podio per Thierry Brunier in 48’28”. Quindi seguono Leonardo Mona 4°, Alex Ascenzi 5° e Andrea Biffi 6°.

Nella gara femminile, con le ragazze che hanno patito più dei maschi la bolgia della partenza, la spunta la canavesana dell’Atletica Monterosa Chiara Giovando in 53’51” sulla biellese Barbara Cravello 2a in 54’05”, 3a la valdostana Chantal Vallet in 55’10”. Quindi seguono Katarzyna Kuzmonska quarta, Fabiola Conti quinta e Rachele Young sesta.

Nel Defi Vertical dopo questa prova sono in testa Chiara Giovando ed Erik Bochicchio, nel Gran Premio Gran Paradiso sono in testa Maurizio Giacoletto e Katarzyna Kuzminska.

In allegato le foto della gara e a breve la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti