Gran finale del Golden Trail Series in Sud Africa

Di GIANCARLO COSTA ,

Bartlomiej Przedwojewski (foto jsaragossa)
Bartlomiej Przedwojewski (foto jsaragossa)

Il Gran Finale della prima edizione della Golden Trail Series ha portato sabato 20 ottobre i migliori 10 uomini e donne della stagione “trail” 2018 in Sud Africa a gareggiare per la vittoria all’Otter Trail Run. Di nuovo con ottime perfomance, sia Ruth Croft della Nuova Zelanda, del team Scott, sia il norvegese Stian Angermund-Vik, del team Salomon, sono i vincitori della prima edizione della Golden Trail Series, mentre due nuovi campioni da poco arrivati sulla scena internazionale hanno vinto la gara nell'Eastern Cape. Parliamo del polacco (Team Salomon) e dell'inglese Holly Page (Team Salomon) i quali hanno vinto l'Otter Trail (42 km) conquistando il primo successo del Circuito e stabilendo nuovi record del percorso.
Sia Przedwojewski sia Page si erano guadagnati un posto nella top 10 della Golden Trail Series,
quindi il viaggio verso la Finale in Sudafrica, ma nessuno dei due aveva vinto una gara GTS in questa stagione.

Tutto invece è cambiato sabato. L’Otter Trail ha riunito i migliori atleti internazionali del trail running ed è stato uno spettacolo fin dall'inizio. Kilian Jornet (Team Salomon), che aveva vinto tre gare della Golden Trail Series, è stato costretto a ritirarsi dopo i primi 10 km a causa di un infortunio all'anca contro cui stava lottando già da diverse settimane, spalancando così le porte alla concorrenza. L’Otter Trail Run, una delle gare leggendarie del trail run del Sud Africa, si svolge su una strada costiera sulle rive dell'Eastern Cape del Sudafrica, a circa sei ore di macchina da Città del Capo.
Considerata normalmente un’escursione da realizzare in cinque giorni, il tracciato è “riservato” esclusivamente per i partecipanti all'Otter, e ciò avviene una sola volta l'anno, per l’appunto sulla Otter Trail Run.
Przedwojewski, 25 anni, vigile del fuoco, solo al suo secondo anno da trail runner, dopo un paio di chilometri ha preso un bel vantaggio dal gruppo, e da lì ha mantenuto la sua posizione per tutta la gara. Ha vinto con il tempo record di 3h40’48”, battendo di quasi 14 minuti il record stabilito nel 2016 dal compagno di squadra Salomon Marc Lauenstein, giunto 2° quest'anno, lo spagnolo Oriol Cardona (Team Dynafit) è arrivato 3°, Angermund-Vik si è classificato 4° e il francese Alexis Sevennec (Team Scott) 5°.

Nella gara femminile, l’inglese Holly Page ha firmato il nuovo record della gara ed è riuscita a battere Ruth Croft di 34 secondi, Croft che ha comunque vinto il Titolo GTS, seguita dalla 3° classificata Toni McCann (Team Altra) dal Sud Africa, al 4° posto la svedese Fanny Borgstrom (Team Salomon) e al 5° posto la spagnola Eli Gordon. La favorita, la sudafricana Meg Mackenzie (Team Salomon) è arrivata sesta.

Oltre all'onore di potere essere incoronati “campioni dell'Otter Trail”, la posta in gioco in Sud Africa è stata anche la possibilità di mettere la firma sulla prima e storica edizione della Golden Trail Series. I primi 10 qualificati si sono aggiudicati un viaggio di una settimana insieme a un loro
ospite/amico in Sud Africa. I campioni GTS maschili e femminili sono stati determinati dai
punteggi delle prime tre gare di ogni atleta nelle cinque gare della serie, oltre al risultato
raggiunto all’Otter Trail.

La Golden Trail Series riunisce le cinque gare più iconiche di trail del pianeta:
Zegama Mountain Marathon in Spagna, nei Paesi Baschi, la Marathon du Mont Blanc a Chamonix,
Sierre-Zinal in Svizzera, Pikes Peak nel Colorado e Ring of Steall in Scozia. La Gran Final si terrà in un paese differente ogni anno.
I 10 migliori uomini e le prime 10 donne qualificate alla prima edizione della Finale della Golden Trail Series rappresentano 11 Nazioni, tra cui Francia, Gran Bretagna, Italia, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Spagna, Svezia, Svizzera, Stati Uniti e il Paese ospite, il Sud Africa.

Classifica Maschile
1. Stian Angermund-Vik (Team Salomon) - Norvegia - 388 punti
2. Marc Lauenstein (Team Salomon) - Svizzera - 307
3. Kilian Jornet (Team Salomon) – Spagna - 300
4. Aritz Egea (Team Salomon) – Spagna - 268
5. Oriol Cardona Coll (Team Dynafit) – Spagna - 248
6. Bartlomiej Przedwojewski (Team Salomon) – Polonia - 243
7. Alexis Sevennec (Team Scott) - Francia - 232
8. Stephan Wenk (Team Scott) - Svizzera - 230
9. Sage Canaday (Team Hoka) - USA - 203
10. Thibaut Baronian (Team Salomon) – Francia - 194

Classifica Femminile
1. Ruth Croft (Team Scott) – Nuova Zelanda - 338 punti
2. Ida Nilsson (Team Salomon) – Svezia -303
3. Holly Page (Team Salomon) – Gran Bretagna - 278
4. Eli Gordon (Team Salomon) – Spagna - 267
5. Silvia Rampazzo (Team Tornado) – Italia - 265
6. Megan Kimmel (Team Salomon) – USA - 233
7. Meg Mackenzie (Team Salomon) – Sud Africa - 221
8. Fanny Borgstrom (Team Salomon) – Svezia - 219
9. Sheila Aviles Castano (Team Buff) – Spagna - 175
10. Céline Lafaye (Team Merrell) – Francia -141

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti