Gli ultimi 20 anni della Corsa in Montagna in Piemonte

Di GIANCARLO COSTA ,

I gemelli Dematteis Campioni d'Europa di corsa in montagna Arco 2016 (foto fb mountain running italian team)
I gemelli Dematteis Campioni d'Europa di corsa in montagna Arco 2016 (foto fb mountain running italian team)

Seconda parte della storia della Corsa in Montagna in Piemonte, raccontata da Fidal Piemonte, quella degli ultimi 20 anni, in cui questo da sport di nicchia, è stato via via riconosciuto in maniera ufficiale dalla IAAF, ora World Athletics, fino a diventare sport trainante nell’atletica e fenomeno di massa e di tendenza, con risvolti che vanno oltre il semplice gesto sportivo.

Alle elezioni regionali del 2000 viene eletto Presidente Maurizio Damilano che, con l’appoggio del Presidente UNCEM Piemonte Lido Riba, vara il Gran Premio delle Comunità Montane, che coprono tutto l’arco alpino. Le dieci edizioni danno un forte impulso all’attività.

Dalla Valsusa emerge Gabriele Abate del Giò 22 Rivera sotto l’abile guida di Chiampo, 12 maglie azzurre, tre Mondiali, un argento, sette Europei, un argento, tre titoli tricolori più uno Junior e uno Promesse. Un intervallo nell’Aeronautica, poi di nuovo al Giò, quindi all’Orecchiella Garfagnana, Orobie e ritorno a casa nel Valsusa Running come Master.

Dal Cuneese i più grandi, i gemelli Bernard e Martin Dematteis della Valle Varaita dalle giovanili sotto le guida di Giulio Peyracchia, poi all’Esercito tre anni, ritorno alla Valle Varaita, poi Corrintime e rientro nel Cuneese alla Sportification. Bernard ha indossato 22 maglie azzurre, dodici Mondiali, un argento e dieci Europei, due oro, due argento e un bronzo, sei titoli tricolori, più due Lunghe Distanze e un Kilometro Verticale, di cui detiene il record mondiale 30’27” Martin 16 maglie azzurre, undici Mondiali , un argento e un bronzo e sette Europei, un oro, un argento e due bronzo.

Sempre dal Cuneese Elisa Desco fin da Cadetta nel Sanfront, poi nel 2005 alla Valle Brembana e nel 2012 all’Alta Valtellina. Dodici maglie azzurre, otto Mondiali, due bronzo, cinque Europei, un oro. Un oro lo aveva anche vinto nel Mondiale di Campodolcino, ma fu squalificata per doping e il titolo andò a Valentina Belotti. Cinque titoli assoluti, uno Junior e due Promesse, due di Lunghe Distanze.

Valentina Belotti e Alice Gaggi furono due acquisti importanti del Runner Team. La bresciana Belotti dopo Valle Camonica e Valle Brembana arrivò a Volpiano nel 2004 e vi restò 12 anni per poi passare all’Alta Valtellina.
Vanta 22 maglie azzurre, sette Mondiali, un oro e tre argenti e cinque Europei, tre argenti, otto titoli tricolori: una Allieva, una Junior, due Promesse, due Assoluta e un Kilometro Verticale. La valtellinese Gaggi dalla Valgerola arrivò a Volpiano nel 2012 e vi restò quattro anni per passare poi alla Recastello Radici. Nel palmares 15 maglie azzurre. 9 Mondiali, un oro e sei Europei, un argento; sei titoli tricolori: una Promessa, due Assoluta e tre Lunghe Distanze.

L’astigiana Margherita Grosso Fiat Sud Formia azzurra a un Europeo.

Il compianto Adriano Aschieris presidente dell’Atletica Susa e della Fidal Piemonte, un anno dopo la tragica scomparsa di Marco Germanetto, organizzò un Memorial in suo onore dedicato alle categorie giovanili, con invito alle formazioni Allievi europee. La manifestazione ebbe un grande successo e nel 2006 diventò lo Youth Challenge U18 WMRA, un vero campionato prima europeo e poi mondiale della categoria, in 13 edizioni la formazione delle azzurrine ha vinto sei ori, due argenti e un bronzo, degli azzurrini quattro oro, quattro argenti e quattro bronzi. Quattro edizioni a Susa e nove in Europa. Un consistente appoggio venne dalla elezione a Presidente del WMRA del giudice nazionale torinese Bruno Gozzelino che mantenne la carica dal 2009 al 2017 quando venne sostituito dal più grande campione mondiale della montagna, il neozelandese Jonathan Wyatt, segusino adottivo con una dozzina di successi al Memorial Partigiani Stellina.
Da quella manifestazione sono uscite atlete di buon valore.

Beatrice Curtabbi Giò 22 Rivera, vinse l’edizione del 2009, la sorella Eleonora partecipò a due edizioni, entrambe passate al Cus Torino hanno scelto la pista. Giorgia Morano, Saluzzo, un Mondiale Junior, poi anch’essa al Cus Torino ha optato per le gare su strada di resistenza. Federica Cerutti UG Biella, poi al Gran Sasso, al GSA Valsesia, al Palzola oggi allo Sport Project VCO, due edizioni e un Mondiale Junior.

Alessia Scaini, Savoia, oggi al Saluzzo, un Mondiale e un titolo Promesse, promette bene. Vanessa Fornero Runner Team, due edizioni; Rachele Cremonini, Sanfront, Serena Calvetti, Bognanco, Gloria Grossi, Bognanco poi Runner Team e Roberta Foco Valli di Lanzo una edizione. Miriana Ramat, Atletica Susa Adriano Aschieris un titolo Lunghe Distanze
Cinque piemontesi nelle formazioni Allievi: Giovanni Olocco Buschese, due presenze con argento a Sauze d’Oulx e un Europeo Junior, Silvio Testa Saluzzo e Giacomo Bruno Pinerolo una partecipazione e un Mondiale lo scorso anno, Michele Origlia Dragonero e Manuel Solavaggione Valle Varaita una presenza.

Molte le atlete piemontesi in evidenza a livello nazionale, soprattutto Cuneesi.
Atletica Saluzzo: Cristina Mondino due Mondiali e un Europeo Jr; Michela Beltrando due Mondiali Jr; Valentina Gemetto un Mondiale Jr, Lorenza Beccaria un Mondiale, un Mondiale Lunghe Distanze e un Europeo Jr, un titolo Promesse, Mina El Kannoussi un titolo Promesse. Gloria Barale Alba Mondo un titolo Allieve, poi al Cus Torino scelse la pista. Valeria Marinoni UG Biella un Mondiale Jr e un titolo Allieve; Valentina Ghiazza Atletica Alessandria un Mondiale Jr un titolo Allieve; Paola Varano Bognanco un Mondiale e un Europeo; Erika Forni GSA Valsesia un Mondiale Jr e un titolo. In piena attività della Valle Varaita, provenienti dall’Alfieri Asti le sorelle Ghelfi, Erica un Mondiale Lunghe Distanze con oro e Francesca, bronzo nello stesso Mondiale e un Europeo. Debora Cardone Valli di Lanzo, due Mondiali Lunghe Distanze, Anna Arnaudo Dragonero un Mondiale e un Europeo Jr. La canavesana del Monterosa Chiara Giovando un Mondiale Lunghe Distanze. Giovanna Selva Sport Project VCO un Mondiale; Marta Menditto Atletica Alessandria un Europeo Jr

A parte i tre grandi, nel maschile sono da ricordare i fratelli Roppolo Mattia e Nicolò della Cover, Mattia un Mondiale Jr, Nicolò un Mondiale Jr e due titoli Allievi. Della Caddese Rolando Piana, due titoli Promesse e Diego Ingiona Scaffidi un Mondiale Jr. Un Mondiale e un Europeo Jr: Alessandro Martino Sanfront, e Andrea Pelissero Atletica Susa. Un Mondiale Jr: Marco Aimo Boot Canavesana; Mattia Scrimaglia Bognanco; Vincenzo Scuro Derthona; Riccardo Rabino e Alessandro Mello Rella Saluzzo, Diego Ras Pinerolo.

Fonte Fidal Piemonte

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti