Il Giro Internazionale di Castelbuono torna domenica 26 luglio per la novantesima edizione; attesi protagonisti Stefano La Rosa e i gemelli Dematteis

Di GIANCARLO COSTA ,

Bernard Dematteis campione italiana corsa in montagna lunghe distanze (foto britton/organizzazione Fletta Trail)
Bernard Dematteis campione italiana corsa in montagna lunghe distanze (foto britton/organizzazione Fletta Trail)

Domenica 26 luglio per la 90a volta si correrà il Giro Podistico Internazionale di Castelbuono. Sono 103 gli anni di storia de “A cursa i sant’Anna”, tradizionale appendice della processione della Santa patrona che la città celebra solennemente il 25, 26 e 27 luglio di ogni anno. Sulla linea di partenza dei 10km su strada, alle 19, anche gli azzurri Stefano La Rosa (Carabinieri), otto volte campione italiano tra i 5000 e 10000 metri e quest’anno vincitore all’esordio sulla distanza della Maratona di Treviso con il tempo di 2h12:05, e Yassine Rachik (Cento Torri Pavia) bronzo dei 10.000 metri agli Europei under23 di Tallinn (lo scorso anno ottavo a Castelbuono). Sono annunciati anche gli azzurri di corsa in montagna, i fratelli Bernard e Martin Dematteis (Corrintime). Il favorito della vigilia sembra essere però l’etiope Abera Kuma, già medaglia di bronzo ai mondiali di corsa campestre nel 2010, ma a contrastare l’etiope ci saranno due atleti keniani: Philip Langat e Geoffrey Korir. Vi saranno per la prima volta tre atleti dal Burundi, Oliver Irabaruta, Celestin Nihorimbere (Atletica Brugnera) ed infine Vianney Ndiho (Atletica Casone Noceto). Arriva invece dal Rwanda Sylvain Rukundo (Toscana Atletica Futura). Con un albo d’oro composto da keniani, etiopi, sudafricani, marocchini, messicani, spagnoli, tanzaniani ed eritrei, l’Italia non sale sul primo gradino del podio dal 1989, quando a firmare il successo fu Salvatore Bettiol.

Fonte fidal.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti