Giovanni Quaglia e la fondista russa Marina Abildaeva si aggiudicano l’ottava edizione del Val Maremola Trail

Di GIANCARLO COSTA ,

Giovanni Quaglia vincitore Val Maremola Trail (Foto Walter Nesti)
Giovanni Quaglia vincitore Val Maremola Trail (Foto Walter Nesti)

Sui 28 chilometri dell’impegnativo tracciato del Val Maremola Trail, ad avere la meglio è stato Giovanni Quaglia del team Podistica Valle Varaita. L’atleta di Saluzzo ha tagliato il traguardo in 2h30’17”. La gara si è decisa nelle fasi finali, quando il russo Yuri Bischaev (team Geosport Club), fino a quel momento battistrada e in grado di fare una netta differenza in salita, ha dovuto cedere definitivamente il passo al piemontese, molto più esperto nelle discese. Bischaev ha portato a termine la prova in 2h32’58”. Sul terzo gradino del podio il lecchese Andrea Rota del team Osa Valmadrera con il finish time di 2h36’22”. Nella top ten Andreas Gehrer, Stefano Butti, Fabio Cavallo, Danilo Lantermino (vincitore uscente), Mauro Bernardini, Donatello Rota ed Edoardo Marchisio. La corrono in staffetta Luca Beltrame e Stefano Avalle: sommando i loro tempi, il crono della coppia è 3h14'39".

In ambito femminile il successo è arriso a Marina Abildaeva, atleta russa tesserata Geosport Club, che chiude la sua performance in 3h07’54” anticipando avversarie di tutto rispetto. In seconda posizione infatti troviamo la vincitrice dello scorso anno, Giulia Botti, team Mud & Snow, in 3h10’58”. Terzo tempo (3h18’50”) per la forte mountain runner dell’Atletica Canavesana Katarzyna Kuzminska. Fra le migliori dieci di giornata Elisa Giordano, la leader delle Skyrunner Italy Series Cecilia Pedroni, Monica Francesca D’Urso, Elena Vanzini, Daniela Bonnet, Mariagrazia Pellegrino e Agnese Motta.

Il percorso ad anello con partenza e arrivo a Tovo San Giacomo ha attraversato i monti sopra Finale, Pietra Ligure e Borgio Verezzi. 28 chilometri la lunghezza complessiva, condita da 1600 metri di dislivello.

Una non competitiva di 14 km e 700 metri di dislivello up è andata in scena partendo 30 minuti più tardi rispetto alla prova regina. Al maschile si è imposto Smaile Bouraoui (As Monaco – 1h10’41”) anticipando Marcello Zarrillo e Lorenzo Parodi. In rosa Giuseppina Mattone (Boves Run – 1h30’31”) si è lasciata alle spalle Elisa Nardi e Ramona Siri.

Soddisfazione da parte del presidente della asd Valmaremola Trail Paolo Manca, che, al termine di questa ottava edizione, esprime i ringraziamenti più sinceri da parte della società organizzatrice nei confronti dei volontari, degli sponsor e degli enti che si sono prodigati per la buona riuscita della manifestazione, capace di richiamare atleti da tutta Italia e non solo.

Fonte montagna express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti