Giovanni Bosio e Katarzyna Kuzminska da record nell’8cento in Condotta Energy Vertical di Rosone

Di GIANCARLO COSTA ,

8cento in condotta Energy Vertical Rosone (foto Roletti) (1)
8cento in condotta Energy Vertical Rosone (foto Roletti) (1)

A vederla spaventa subito, la pendenza della condotta dell’Iren di Rosone, frazione di Locana in provincia di Torino, all’ingresso del vallone di Piantonetto, ai confini del Parco Nazionale del Gran Pradiso. E’ un vallone particolare, dove tutto è verticale, le vie di arrampicata sono un culto per gli alpinisti, ma oggi eravamo in tanti a correre, 122 nuovo record di partecipanti, per nulla intimoriti, anzi esaltati nell’affrontare una prova quasi estrema di corsa, che ha le carte in regola per diventare la “Fully” italiana, chi conosce il genere sa di cosa parlo.

Basta leggere i numeri del percorso: 3200 gradini, 1400 metri di sviluppo, 800 metri di dislivello positivo, con una punta massima di pendenza del 115%. Più che un Vertical Skyrace, un’arrampicata di 2°!

Giornata da record comunque, e non solo per i numeri di partecipazione, ma anche per i tempi di percorrenza, con i due vincitori Giovanni Bosio e Katarzyna Kuzminska che abbassano entrambi di oltre 2 minuti il tempo dei vincitori della prima edizione del 2017.

Nella gara maschile successo di Giovanni Bosio del GS Des Amis in 27’21”, secondo gradino del podio per il giovane e promettente Andrea Biffi in 29’04” e bronzo di giornata per l’eclettico Roberto Giacchetto in 29’23”. Completano una top ten di livello Lorenzo Rostagno 4° in 29’33”, Alex Peraudo 5° in 29’53”, Daniele Gallon 6° in 30’04”, Ivan Cesarin 7° in 30’48”, Laurent Chuc 8° in 31’09”, Stefano Giaccoli 9° in 31’11” e Andrea Negro 10° 31’22”.

Ennesimo successo stagionale per Katarzyna Kuzminska polacca-canavesana della Libertas Forno, che arriva anche settima assoluta in 30’47”, seguita sul podio da un’ottima Francesca Bellezza 2a in 32’33” e dalla scialpinista della Nazionale Ilaria Veronese 3a in 32’40”, con Elisa Arvat 4a in 34’12” e Chiara Pino 5a in 35’51” a completare la top five femminile.

Questa gara è la settima prova del circuito Gran Premio Gran Paradiso e quando mancano 2 prove alla conclusione, Ingria-Punta Arbella e Noasca-Gran Piano, al femminile dominata da Katarzyna Kuzminska, mentre al maschile sarà lotta sul filo di lana tra Maurizio Giacoletto e Cesare Chiabrera.

Una bella giornata di corsa, grazie al comitato organizzatore dell’ASD Gran Paradiso Valle Orco, alla location messa a disposizione da IREN, la società che produce energia elettrica che supporta le iniziative sportive in Valle dell’Orco, i premi del negozio Grimpeur di Ciriè e quello online TrailMarket.

Clicca qui per la classifica completa

In allegato la fotogallery della giornata di gara.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti