Giorgio Calcaterra ha vinto per la decima volta la 100 chilometri del Passatore.

Di GIANCARLO COSTA ,

Giorgio Calcaterra vincitore del Passatore 2015 (foto Colombo Fidal)
Giorgio Calcaterra vincitore del Passatore 2015 (foto Colombo Fidal)

Sabato 30 maggio il corridore romano ha messo l'ennesimo sigillo in 7h08:04 sulla classicissima fra le ultramaratone, la storica Firenze-Faenza, ribadendo così, se ce ne fosse stato bisogno, i gradi di numero uno assoluto delle lunghissime distanze. Due volte iridato, primatista mondiale della 100km, l’ultrarunner è ormai una leggenda della disciplina, popolarissimo fra gli appassionati della corsa. A marzo in occasione della Maratona di Roma, Calcaterra era stato capace di cimentarsi per due volte di seguito sui 42,195km, concludendo generosamente la sua fatica al fianco dell'ultimo classificato. 

Il 43enne Giorgio Calcaterra - che ha un primato personale di 6h37:45 nella 100km e di 2h13:15 in maratona - nei primi 40 chilometri è rimasto nel gruppo di testa insieme al bresciano Marco Ferrari, all'altoatesino Hermann Achmuller e al russo Pavlov, allungando solo dopo il passaggio di Ronta.

Al passo della Colla di Casaglia, fra i punti più alti della corsa, aveva ormai accumulato un vantaggio di 3 minuti sul resto della concorrenza. Per lui arrivo in trionfo a Faenza con il cronometro che si ferma a 7h08:04. Staccati alle sue spalle si piazzano Pavlov (7h17:32), lo statunitense Chad Richfles (7h18:19) e Andrea Zambelli dell’Atletica Scandiano (7h22:33). L’edizione numero 43 del Passatore, che ha visto alla partenza 2.415 runners, assegnava anche i titoli italiani assoluti e master con Calcaterra campione davanti a Zambelli e Marco Ferrari (Atletica Franciacorta), quinto al traguardo in 7h32:44.

Tra le donne la migliore è stata la croata Nicolina Sustic (settima assoluta in 7h41:42) davanti alla connazionale Veronica Jurisic (7h:53:04) e alla statunitense Brenda Carawan (8h33:09). Solo quarta la favorita Marija Vrajic (Croazia, 8h41:04). In chiave Tricolore, il titolo assoluto va ad Emanuela Scilla Tonetti (Atletica Futura), quinta in 8h53:22, seguita sul podio da Sonia Ceretto (Maratoneti del Tigullio, 9h10:22) e Elide Del Sindaco (Tribù Frentana, 9h14:39).

Fonte fidal.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti