La Francia e Alice Gaggi dominano il Trofeo Vanoni a Morbegno (SO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Vittoria della Francia al Trofeo Vanoni (foto valtellinanews)
Vittoria della Francia al Trofeo Vanoni (foto valtellinanews)

Francia dominatrice del Trofeo Vanoni. Per la seconda volta (la prima fu nel 2010) l’equipe transalpina del tecnico Jean Claude Louison fa suo l’ambito Trofeo Vanoni. Una gara emozionante quella vissuta domenica 26 ottobre a Morbegno (SO) sui sentieri orobici che dal centro cittadino portano ad Arzo e ritorno. In prima frazione Alex Baldaccini, portacolori del G.S. Orobie, ha realizzato il miglior tempo di giornata (29:27), tallonato da Luca Cagnati (Atletica Valli Bergamasche/29:43) e Cedric Fleureton (Francia/29:46). Ma in seconda frazione la Francia mette subito la freccia con Arnaud Bonin che prende solidamente il comando. Dietro tiene il sondalino Massimiliano Zanaboni (Atletica Valli Bergamasche) mentre Martin Dematteis (Podistica Valle Varaita) recupera posizioni su posizioni dopo la prima frazione di Manuel Solavaggione e arriva terzo al traguardo a passare il testimone al fratello Bernard. In terza frazione Julien Rancon (già vincitore tre volte a livello individuale al Vanoni) incrementa ancora il vantaggio correndo in 29:40 e tagliando per primo il traguardo. Per la Francia  tempo complessivo di 1h29:41, alle loro spalle la Podistica Valle Varaita (1h30:50), terzo gradino del podio per l’Atletica Valli Bergamasche (1h31:43) che in terza frazione ha schierato Xavier Chevrier. A seguire la Slovenia, il G.S. Orobie squadra A, la Gran Bretagna – Snowdon Race Team, il G.S. Orobie squadra B, il Galles squadra A, la Repubblica Ceca La Sportiva Team e il Point Saint Martin squadra A.

Al femminile torna a vincere davanti al pubblico di casa Alice Gaggi (Runner Team ’99) e lo fa in 21:48, a soli 7 secondi dal record di Anna Pichrtova e Pavla Schorna. Schorna (Repubblica Ceca) che era in gara quest’anno, si è dovuta accontentare della seconda posizione con il tempo di 21:59. Gradino più basso del podio per l’irlandese Sara McCormack (Snowdon Race Team/22:21) autrice di una grande rimonta in salita. A chiudere la top ten Samantha Galassi (La Recastello Radici Group) e Charlotte Morgan (Scozia – Snowdon Race Team). 

Fonte FIDAL Lombardia

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti