Francesco Puppi ed Elisa Sortini conquistano il Trofeo Jack Canali seconda tappa della Eolo Vertical Cup

Di GIANCARLO COSTA ,

Francesco Puppi vincitore Trofeo Jack Canali (foto organizzazione)
Francesco Puppi vincitore Trofeo Jack Canali (foto organizzazione)

Sei chilometri e 700 metri per una prova “only up”, di sola salita, al via da piazza Roma ad Albavilla (Como) a 438 metri sul livello del mare per chiudersi sul Monte Bolettone a 1320 metri di altitudine. È l’edizione numero 47 del Trofeo Jack Canali, seconda tappa della Vertical Cup all’interno dell’Eolo FIDAL Mountain and Trail Grand Prix che consegna 100 punti in classifica a Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana) ed Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina). L’iridato long distance 2017 trionfa in una giornata da “tregenda”, su un percorso reso decisamente fangoso dalle piogge degli ultimi giorni, e completa la propria fatica in 37:37 con un buon segnale di efficienza considerato il periodo di carico in vista dei Mondiali di trail, in programma tra due settimane in Portogallo. Alle sue spalle Fabio Ruga (La Recastello Radici Group, 38:14) di 37 secondi e il rientrante Tommaso Vaccina (Cambiaso Running Team Genova, 39:01), campione mondiale lunghe distanze nel 2015, di oltre un minuto, invece quarto è Nicola Bonzi (Atl. Valle Brembana) in 39:30.

Al femminile la tricolore 2018 del chilometro verticale domina la concorrenza con il nuovo record della corsa in 43:05, oltre due minuti sul precedente primato di 45:07 che apparteneva Gloria Giudici. Sul podio anche la ventenne Alessia Scaini (Atl. Saluzzo) in 45:34 ed Elisa Compagnoni (Atl. Alta Valtellina, 48:21).
La prova di Albavilla era anche prova indicativa di selezione per la squadra under 20 degli Europei di Zermatt (Svizzera) che si svolgeranno il 7 luglio, con tre posti in palio in ognuna delle due formazioni. Tra le donne Elisa Pastorelli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) è quarta in 48:55 e Katia Nana (Pol. Albosaggia) quinta in 49:24, entrambe precedono un’altra juniores come Chiara Sclavo (Dragonero, 50:11). Anche in campo maschile il pass continentale va a due lombardi, Alain Cavagna (Atl. Valle Brembana) quinto in 40:07 e Alessandro Crippa (Atl. Alta Valtellina) settimo in 40:31, oltre che a Luca Merli (Valchiese, 40:22).

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti