A Forno di Coazze (TO) Loris Giorda e Paola Martoglio vincono la Vertical Race “Core amùn da Balma”

Di GIANCARLO COSTA ,

Loris Giorda vincitore della Vertical Race al rifugio Balma di Forno di Coazze
Loris Giorda vincitore della Vertical Race al rifugio Balma di Forno di Coazze

La Valsangone è a due passi da una metropoli, nella fattispecie Torino, ed è una valle in cui si respira l'aria di una montagna d'altri tempi, un po' dimenticata e un po' selvaggia, in cui i sentieri sono aspri e poco conosciuti, pur facendo parte di un parco naturale, quello dell'Orsiera Rocciavrè, che è un piccolo gioiello naturalistico. Il sentiero su cui abbiamo corso oggi è un sentiero per certi versi storico, intitolato a Cavour, ministro dell'agricoltura e del commercio dell'Italia del 1851, che venni qui, in una zona che in quegli anni si stava ritrovando dopo la dominazione francese e la grave pestilenza di inizio '800.

Cenni storici a parte, che comunque fanno parte della cultura delle terre alte e degli sport che qui si praticano, come l'odierna corsa in montagna, questa manifestazione, la Vertical Race “Core amùn da Balma”, collega la borgata Molè di Forno di Coazze (con partenza dal Campeggio I Pianas) al rifugio Balma a quota 1986 metri per uno sviluppo di circa 5 km e un dislivello di 930 metri. L'organizzazione è stata curata dal CAI di Coazze e dal rifugio Balma, con Paola Martoglio, Riccardo Ughetto e Daniele Bergeretti che si sono dedicati anima e corpo a questa manifestazione.

"Siamo contenti per la riuscita di questa seconda edizione. - ha dichiarato Daniele Bergeretti – Oggi il tempo è stato dalla nostra parte, una novantina di corridori hanno risposto al richiamo di questa gara e sono più di quanti pensavamo. Abbiamo avuto ottimi atleti che tra l'altro hanno fatto segnare dei grandi tempi, che saranno uno stimolo anche per promuovere sia la corsa in montagna che la nostra valle. Insomma una bella festa che speriamo di ripetere, grazie anche agli sponsor, anche nei prossimi anni."

Il più veloce di tutti è stato Loris Giorda del Giò 22 che ha vinto con il tempo di 42'55" che rappresenta anche il nuovo record del percorso. Queste le sue parole al termine della gara: "E' stata una gara combattuta. Sono partiti tutti forte e nei primi minuti di gara ero dietro, poi dopo il primo tratto ripido, quando il sentiero spianava ho preso la testa della gara e sono riuscito a vincere anche se Bonetto saliva al passo molto forte. E' una buona stagione, ho vinto 5-6 gare con questa e ho imparato a gestire meglio le gare rispetto a qualche anno fa', quindi spero di riuscire a far bene anche nelle prossime stagioni di corse in montagna". Alle spalle del corridore valsusino, salgono sul podio Fabio Bonetto 2° in 43'18" autore di un'ottima prova a pochi secondi dal vincitore e il giovanissimo talento Diego Ras 3° in 44'42", protagonista agli ultimi Campionati Europei di Gap oro a squadre e nono assoluto negli junior. Completano la top ten Luca Vacchieri 4°, Luca Gronchi 5°, Luigi Papiro 6°, Stefano Bergeretti 7°, Giovanni Bosio 8°, Luciano Veronese 9° e Sergio Ravizza 10°.

Nella gara femminile successo per Paola Martoglio del La Salle in 55'20", che precede sul podio Patrizia Mutti seconda in 56'45" e Denise Cirillo terza in 58'13", con Rosy Rullo quarta e Romina Usseglio quinta.

Questa gara era in combinata con quella del Rifugio Gastaldi corsa il 31 agosto nelle valli di Lanzo ed i vincitori, per somma dei tempi delle due prove, sono stati Luca Gronchi del Gio 22 e Paola Martoglio del La Salle.

In allegato le foto e a breve classifica completa della manifestazione.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti