Fletta Trail: a Malonno vittorie di Cesare Maestri ed Elisa Desco

Di GIANCARLO COSTA ,

Elisa Desco vincitrice del Fletta Trail (foto Benedetto Courthoud)
Elisa Desco vincitrice del Fletta Trail (foto Benedetto Courthoud)

Sono il vicecampione d’Europa Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) e la tricolore Assoluta Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina) i vincitori di una spettacolare e partecipata edizione 2018 del Fletta Trail, a completare con la prova più classica il fine settimana del 55esimo Memorial Bianchi organizzato con la consueta passione (e con notevole adesione di pubblico) dall’Unione Sportiva Malonno a Malonno (BS). Il successo di Maestri peraltro arriva dopo aver tenuto a bada la rimonta nel finale di Bernard Dematteis (Corrintime), che si aggiudica la combinata del Memorial Bianchi (la combinata femminile va invece alla giovane britannica Heidi Davies). La prova disputata oggi domenica 5 agosto era valida come quarta tappa della Mountain Classic Cup all’interno dell’Eolo FIDAL Mountain Running and Trail Grand Prix.

GARA DONNE – La “mamma volante” Elisa Desco, neocampionessa italiana e sul podio del Giir di Mont settimana scorsa, prende subito il volo e guidata da un compagno speciale (Marco De Gasperi) transita alla contrada di Nazio (4km) in solitaria con un vantaggio di circa 40 secondi sulla keniana Purity Gitonga, reduce dal settimo posto del PizTriVertikal di ieri. All’inseguimento delle due sono la portacolori dell’Atletica Alta Valtellina Elisa Sortini e la giovane promessa britannica Heidi Davies. Dopo il rilevamento di Landò, spinta dai campanacci e il tifo della contrada, Desco conferma la propria posizione aumentando il gap con la keniana Gitonga . Al GPM Lezza-Narcos Desco è saldamente in solitaria a condurre la gara. Ripresa Gitonga, passa in seconda posizione il duo Sortini-Davies a un minuto dalla campionessa italiana. Davies a Pra del Bisso passa in seconda posizione a poco meno di un minuto dietro da Desco. Alle loro spalle si scatena la lotta per il podio con Sortini e l’irlandese Sarah McCormark ad ingaggiare bel duello.
Una volta passati i 10 km si può cambiare marcia ed affrontare a tutta la discesa finale passando da Fletta, traguardo dal 1977 al 2002: la regina Elisa Desco è acclamata all’arrivo in via Vallecamonica. Musica, festa e applausi per l’atleta cuneese che taglia il traguardo accompagnata dal marito Marco De Gasperi e le due figlie in 1h47:09. Seconda e oltre le aspettative (a soli 56” dalla vincitrice: 1h48:04) è Heidi Davies. Terzo posto per Elisa Sortini che riesce a battere l’irlandese Sarah McCormark per cinque secondi (1h50:08 contro 1h50:13). Purity Gitonga è quinta in 1h51:03. La top ten accoglie anche nell’ordine Elisa Compagnoni, Stefania Cotti Cottini, Annalaura Mugno e le gemelle Sara e Fabiana Rapezzi.

GARA UOMINI – Cesare Maestri, soprannominato “cucciolo” in Nazionale ma fresco di laurea magistrale in Ingegneria, vuole dimostrare fin dalle prime battute di gara che è la sua giornata. Al passaggio a Nazio il trentino dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe è al comando con i keniani Timothy Kimutai Kirui e Geoffrey Gikuni Ndungu. Staccato di 34 secondi è il capitano azzurro Bernard Dematteis (Corrintime) seguito da Stephen Ndege. Il terzetto Maestri-Kirui-Ndungu nella contrada di Landò è avvicinato da Bernard Dematteis che transita a 20”: un punto di svolta arriva nella discesa finale con il campione d’Europa che (da specialista qual è) raggiunge e stacca Kirui e Ndungu e si getta all’inseguimento di Maestri. Passato Pra del Bisso Cesare Maestri cerca in ogni modo di incrementare o quantomeno mantenere invariato il vantaggio sullo scatenato Dematteis: il Fletta Trail sarà suo in 1h28:06 con 44 secondi di margine su Bernard Dematteis (1h28:50). Completa il podio uno strabiliante Timothy Kimutai Kirui, terzo come nel PizTriVertikal. Quarto Geoffrey Gikuni Ndungu davanti a Stephen Nedege. In top ten entrano pure Alex Cavallar, sesto in 1h32:44 seguito dal redivivo Luca Cagnati (Valli Bergamasche), quindi Sam Tosh, l’idolo di casa Emanuele Manzi e Marco Zanoni (11esimo Martin Dematteis).

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti