Firenze Marathon: successi di Bacha Regasa e Dire Tune

Di GIANCARLO COSTA ,

Arrivo Firenze Marathon 2017 (foto organizzazione)
Arrivo Firenze Marathon 2017 (foto organizzazione)

Sfida combattuta fino all’arrivo nella gara maschile all’Asics Firenze Marathon 2017. Con uno sprint sul traguardo in piazza Duomo conquista il successo Zelalem Bacha Regasa, nato in Etiopia ma portacolori del Bahrein, in 2h14:41 davanti all’etiope Tadesse Temechachu, secondo con lo stesso tempo. Sotto la pioggia, iniziata a cadere poco dopo il via per abbassare la temperatura a 7 gradi, sul podio anche il keniano Gilbert Kirwa che si piazza terzo in 2h16:18 al termine dei 42,195 chilometri sulle strade del capoluogo toscano. Quinto e primo degli italiani Ahmed El Mazoury: il 27enne lombardo delle Fiamme Gialle, campione tricolore dei 10.000 metri su pista, chiude in 2h24:09 completando per la prima volta una prova sulla distanza, dopo un passaggio a metà gara di 1h07:57 mentre il gruppo di testa era transitato in 1h04:48.

Tripletta dell’Etiopia al femminile con riscontri cronometrici più interessanti e l’affermazione in 2h28:55 per Dire Tune. Non correva una maratona dal 2011, ma ha un record personale di 2h23:44 e nel palmarès anche il successo del 2008 a Boston. Nell’edizione numero 34 dell’evento targato IAAF Bronze Label, alle sue spalle l’appena ventenne Sorome Negash (2h29:46), che ha duellato spalla a spalla con la vincitrice fino al 40° chilometro, e Meseret Hussen (2h32:05), ottava la vicentina Maurizia Cunico (Atl. Palzola) in 2h53:51.

Alla partenza 8970 atleti, sempre in piazza Duomo, con più di 8400 classificati entro il tempo limite e la presenza anche di Alex Zanardi per accompagnare in carrozzina i ragazzi del progetto Obiettivo 3, che ha l’intento di diffondere il più possibile l’attività fisica per i disabili.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti