Esordio della Buldet Vertical con Antonino Lollo e Moira Guerini

Di GIANCARLO COSTA ,

Buldet Vertical (foto organizzazione)
Buldet Vertical (foto organizzazione)

Un sentiero nuovo di zecca, un evento che non c’era, un intero paese ad accogliere gli atleti. L’edizione d’esordio della Buldet Vertical ha messo tutti d’accordo: è stata un successo e verrà sicuramente riproposta. Parola del sindaco Michele Schiavi, dell’ideatore e promotore Raimondo Schiavi, dei concorrenti e dello staff Fly-Up.

Il più veloce di giornata è stato il poliziotto messinese Antonino Lollo, che ha portato a termine la cronometro di 5,5 chilometri di sviluppo e 750 metri di dislivello in soli 30’50”. Alle sue spalle il grimpeur di Campodolcino Andrea Acquistapace con il tempo di 31’19”. Sul terzo gradino del podio il ‘keniano bianco’ Jacopo Brasi che ha fermato le lancette su 31’22”. Nei migliori dieci Fabio Pasini, ottimo quarto in ripresa da un infortunio, Massimo Barbeni, Marco Zanga, Manuel Zani, Sergio Bonaldi, Luca Arrigoni e Davide Mazzocchi.

In ambito femminile la specialista delle lunghe distanze Moira Guerini, bresciana di Marone, si è imposta in 38’46”. La beniamina di casa Erica Schiavi, consigliere allo sport del comune di Onore, ha ottenuto la seconda posizione (39’34”) arrivando in cima ‘spinta’ dagli incitamenti dei suoi concittadini e in particolare sotto lo sguardo commosso del nonno Raimondo. Terza classificata Elena Soffia in 41’37”. Nella top ten Irene Faccanoni, Elisa Pellicioli, Maria Cristina Guzzi, Roberta Feliciani, Denise Dedei, Sara Gosio e Ombretta Bellorini.

Mario Poletti, presidente di Fly-Up, società organizzatrice: «Se questa gara esiste è merito del signor Raimondo Schiavi, lui ha inventato e supportato l’evento, lui ha ripristinato il sentiero, lui ha posto la croce sulla cima Buldet che è la più alta di Onore. Noi abbiamo solo messo in pratica la sua idea. Ringraziamo lui e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Schiavi, che ha lavorato benissimo per portare a Onore questo evento. Grazie anche ai tanti volontari senza i quali non sarebbe stato possibile mandare in scena l’evento».

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.fly-up.it.

Fonte Montagna Express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti