Enzo Mersi e Barbara Cravello vincono la Valle Elvo Skyrace in memoria di Cesare Pedrazzo

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile Valle Elvo Skyrunning Tofeo Cesare Pedrazzo
Podio maschile Valle Elvo Skyrunning Tofeo Cesare Pedrazzo

Si è corsa l’8a edizione della Valle Elvo Skyrace, da Sordevolo (BI) al Rifugio Coda (quota 2250 metri), 11 km di sviluppo e 1650 metri di dislivello di sola salita. Una corsa che si può suddividere in due parti, la prima metà corribile e a buon ritmo, una seconda parte dove la pendenza del tracciato unita all’asprezza del terreno dove il sentierino risale erba e pietre mettendo sotto torchio muscoli e articolazioni, prima del traguardo posto al Rifugio Coda.
Questo era il terreno di allenamento preferito da Cesare Pedrazzo, che da atleta polivalente qual’era, esplorava i confini estremi delle montagne, dai 231 km/h in discesa con gli sci che gli valsero più di un titolo italiano di KL, al Tor des Geants, la corsa sulle alte vie della Valle d’Aosta, che tocca anche il rifugio Coda. Il suo amico fraterno Alberto Monticone, con la famiglia di Cesare, il Comune di Sordevolo e la Pro Loco, portano avanti questa manifestazione di cui Cesare era stato uno degli organizzatori, il miglior modo per ricordarlo con il sorriso una volta all’anno.

Su otto edizioni sono state ben sette le vittorie di Enzo Mersi, battuto una sola volta dal fuoriclasse dello skyrunning rumeno Ionut Zinca. Quest’anno il portacolori dell’Atletica Monterosa è partito subito forte nel primo tratto corribile, scavando un primo solco sugli inseguitori, proseguendo di buon passo sulle dure rampe finali e terminando la sua fatica al Rifugio Coda in 1h27’02”. Alle sue spalle il compagno di squadra Silvio Balzaretti, autore di un’ottima prestazione 2° in 1h30’17”, quindi completa il podio Giuseppe Pivano in 1h35’15”, profeta in patria visto che vive proprio a Sordevolo. Completano la top ten Dario Monteferraio 4° in 1h37’14”, Gian Marco Rigolone 5° in 1h39’31”, Matteo Biolcati Rinaldi 6° in 1h40’01”, Emanuele Falla 7° in 1h40’39”, Finotello Gianluca 8° in 1h43’09”, Luca Occhilupo 9° in 1h44’35” e Giancarlo Costa 10° in 1h45’46”.

Barbara Cravello del Pollone vince la gara femminile in 1h41’19”, in testa alla gara fin dall’inizio, su Elisa Arvat 2a in 1h42’48”, autrice di un’ottima seconda parte di gara che l’ha portata ad avvicinarsi alla leader della corsa, 3a Federica Poma in 1h59’05”, 4a Clara Dealberto e 5a Silvia Szego in 2h08’42”.

In allegato la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti