Elhousine Elazzoui e Primitive Niyirora conquistano la Bellagio Skyrace, Riccardo Montani e Cecilia Pedroni vincono le Skyrunner Italy Series

Di GIANCARLO COSTA ,

Elhousine Elazzoui e Primitive Niyirora vincitori della Bellagio Skyrace (foto Pesenti)
Elhousine Elazzoui e Primitive Niyirora vincitori della Bellagio Skyrace (foto Pesenti)

Sul percorso, modificato per motivi di sicurezza, di 25,5 km con 1350 m di dislivello della Bellagio Skyrace si sono portati in vantaggio Elhousine Elazzoui e Francesco Puppi. Sul lungolago però gli applausi sono stati tutti per Elhousine Elazzoui, marocchino del team Tornado, che ha vinto la sesta edizione in 1h59’04”. Con un gap di soli nove secondi ha concluso Francesco Puppi (Atletica Valle Brembana – 1h59’13”). Terza posizione per il keniano del team Serim Dennis Bosire Kiyaka, 2h01’38” il suo finish time. Nella top ten il ruandese Jean Baptiste Simukeka, lo svizzero Roberto De Lorenzi vincitore sabato del vertical Nsck1, Luca Arrigoni, lo svizzero Marco De Lorenzi, lo statunitense David Glennon, Andrea Rota e Andrea Santambrogio. Segnaliamo la 13esima piazza di Riccardo Montani il quale si aggiudica le Skyrunner Italy Series.

Superlativa prova di Primitive Niyirora al femminile, già protagonista il giorno precedente a Limone sul Garda. La ruandese del team Serim è giunta all’arrivo in 2h30’55”, infliggendo 13’07” di vantaggio alla seconda classificata, la compagna di squadra Cecilia Pedroni, che guadagna il primo posto finale nelle Skyrunner Italy Series. Sul podio anche un’ottima Sarah Palfrader: la runner e ciclista dell’Atletica Alta Valtellina è terza in 2h45’17”. Nelle migliori dieci Cristiana Follador, la vincitrice della Nsck1 Vertical e atleta bellagina Marta Binda, Giuliana Arrigoni, Gisella Beretta, Monia Acquistapace, la francese Stephanie Labruyere e Maria Piera Poletti.

Nella Bellagio Half Skyrace la vittoria assoluta è andata a Mattia Gianola dell’As Premana che ha portato a termine la prova in 1h15”54” davanti a Massimiliano De Bernardi (Atletica Pidaggia), secondo in 1h17’39”, ed Erik Gianola dell’As Premana, terzo in 1h18’28”. In rosa ha vinto Elisa Compagnoni dell’Atletica Alta Valtellina in 1h32’39”, dietro di lei Irene Mantica (1h40’54”) e Barbara Sangalli (1h42’40”).

Piena soddisfazione da parte di Franco Sancassani che con la sua Nsc Bellagio Skyteam ha magistralmente diretto la manifestazione. «Come al solito siamo stanchi ma felici, grazie infinite alla società, ai volontari, agli sponsor e agli atleti. Un ringraziamento va anche all’amministrazione comunale e all’assessore allo sport Luca Leoni il cui supporto è per noi fondamentale. Non è stato facile decidere come comportarci quando abbiamo visto che le previsioni per questo weekend sarebbero state pessime. Ma decidere con qualche giorno di anticipo di modificare i percorso è stata la decisione migliore, per noi la sicurezza degli atleti, arrivati sul Lago di Como da tutto il mondo, è la priorità. Arrivederci all’anno prossimo, nùm sèmm chì».

Fonte Montagna Express

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti