E' partito il 4K, il giro di corsa delle Alte Vie della Valle d'Aosta: le immagini dalla valle di Cogne

Di GIANCARLO COSTA ,

1 Il giovane Andrea Biffi in testa al 4K Alpine endurance trail Valle d'Aosta
1 Il giovane Andrea Biffi in testa al 4K Alpine endurance trail Valle d'Aosta

Finalmente siamo arrivati al giorno della partenza, oggi 3 settembre 2016, del “4K Alpine Endurance Trail”, il giro di corsa sulle alte vie 2 e 1 della Valle d'Aosta. Le polemiche hanno ceduto il passo allo sport dalle ore 9 di questa mattina, ora della partenza da Cogne per una gara che in 155 ore di tempo limite massimo, porterà i trailer di nuovo al traguardo di Cogne dopo 25000 metri di dislivello positivo e uno sviluppo di 350 chilometri. In tutto sono 33 i Comuni valdostani coinvolti nell'evento, tra questi, 7 saranno sede delle basi vita: Cogne, Valgrisenche, Courmayeur, Ollomont, Valtournenche, Gressoney-Saint-Jean e Donnas.

In allegato un po' di foto dei 608 atleti in gara, di cui 544 uomini e 64 donne provenienti da 29 paesi, con 68 atleti che gareggiano in coppia.

La piccola regione delle grandi montagne offre una giornata di sole per le immagini da cartolina di un palcoscenico naturale ineguagliabile, fatto di montagne, ghiacciai, vallate e pascoli, oltre ai “quattromila” Gran Paradiso, Monte Bianco, Cervino e Monte Rosa.
Un viaggio che tutti stanno affrontando con il proprio obbiettivo: innanzi tutto finirlo, che è la cosa più importante, poi si pensa alla classifica. In cima alla salita che da Valnontey porta al rifugio Vittorio Sella passa quello che potrebbe essere la sorpresa del 4K, Andrea Biffi, 23enne italiano che vive in Sudafrica, protagonista dei trail sui 100 km in Africa e non solo. Chissà che non ripeta le geste di un altro grande atleta italiano del passato che viveva in Sudafrica, Marcello Fiasconaro che stabilì il record del mondo degli 800 metri. Nei primi dieci Francesca Canepa, già in fuga sulla prima salita, che sicuramente ha tanti motivi per far bene in quest gara. Quindi Dennis Brunod, partito saggiamente al passo, se passa senza danni i primi 100 km e poi apre il turbo non penso che ne avrà molti davanti al traguardo. E poi il mitico Bruno Brunod, partito anche lui tranquillo, tanto dopo il Colle Louson, cima Coppi della gara con i suoi 3280 metri, sa che ci sarà tempo per recuperare posizioni. La prima motte sarà la prima selezione, che la passerà indenne avrà buone possibilità di completare la gara e ambire al posizione di classifica che gli compete.

Buon viaggio a tutti.

In allegato le foto della prima giornata del 4K

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti