È partita la 7a edizione di "The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®"

Di GIANCARLO COSTA ,

Ultra Trail Mont Blanc
Ultra Trail Mont Blanc

Da oggi a domenica il Monte Bianco sarà virtualmente abbracciato da 5.300 trailers, gli appassionati della corsa di resistenza in ambiente naturale, impegnati nelle quattro gare del grande evento internazionale, il "The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®", un avvenimento unico nel suo genere a livello mondiale e che si svolge gran parte in Italia, oltre che in Francia dove è nato, ed in Svizzera. E sarà la Valle d'Aosta con Courmayeur in prima fila ad ospitare la partenza, venerdì, della CCC®  e l'arrivo della nuova TDS, sabato.

Alle 22.00 di ieri da Chamonix è scattata la prima gara in programma, la Petite Trotte à Léon, una prova a squadre di tre persone indissociabili dall'inizio alla fine della corsa, di cui almeno 2 finisher dell'UTMB. Il percorso è "massacrante", circa 245 km e 21.000 m. di dislivello di sole salite!

La partenza della Courmayeur - Champex - Chamonix è annunciata invece venerdì alle 10.00 dal centro di Courmayeur. Sarà un'esplosione di sport, entusiasmo e passione nella cittadina valdostana che del trail ha fatto una filosofia.

Uno sport legato alla fatica, alla montagna, e che ha grande rispetto della natura e dell'ambiente circostante. I partecipanti alla CCC® dovranno affrontare 98 chilometri e 5.600 metri di dislivello positivo. Il tempo massimo ammesso è di 26 ore, ma, per la cronaca, lo scorso anno il vincitore Guillaume Le Normand (FRA) ha impiegato "solo" 12h26'04" ma quello che fa specie è che la prima donna, la britannica Lucy Colquhoun si è piazzata 12.a assoluta fermando il cronometro dopo appena 14h33'37".

Dopo il via dall'affascinante centro di Courmayeur i trailers saliranno verso Planpincieux per dirigersi verso il rifugio Bertone, sotto lo sguardo imponente del Monte Bianco. I primi dovrebbero transitare verso le 11.15, quindi altri passaggi da non perdere sono al rifugio Bonatti (ore 12.30), nella caratteristica località di Arnuva (12.50),  al Rifugio Elena (13.10) e infine prima di "espatriare" in Svizzera al Col Ferret (13.45).

Nel frattempo venerdì alle 18.30 a Chamonix prenderà il via la gara regina, la UTMB® che si disputa sulla distanza di 166 km e 9.400 m di dislivello e con un tempo massimo di 46 ore, giusto per dare l'idea della difficoltà  e della fatica che i concorrenti accumuleranno.

Al via sono annunciati tutti i vincitori delle ultime edizioni, ovvero Dawa Sherpa (NP), Vincent Delebarre (FRA), Christophe Jaquerod (SUI), Marco Olmo (ITA) 1° nel 2006 e 2007, ma soprattutto Kilian Jornet Burgada, vincitore nel 2008 e dato in gran forma. Il campione del mondo di scialpinismo e skyrunning lo scorso anno ha impiegato 20h56'59", giusto un'ora in meno di Dawa Sherpa.

Favorite tra le donne Elizabeth Hawker (GB) dominatrice nel 2005 e nel 2008 quando si è classificata 14.a assoluta col tempo di 25h19'41", Karine Herry (FRA) prima nel 2006, e Christine Moehl (USA) prima nel 2003.

La UTMB® dunque si concluderà, per i primi, dopo le 15.00 di sabato. Dieci ore prima sarà partita sempre da Chamonix l'ultima nata delle gare di questo grande evento, "Sur les Traces des Ducs de Savoie", una distanza di 105 km e 6.700 m. di dislivello, i cui primi arrivi sono attesi a Courmayeur verso le 19.00.

Insomma un evento dai grandi orizzonti, dai grandi numeri, che si conferma il più apprezzato al mondo e che in Italia, in Valle d'Aosta e nel circondario di Courmayeur, trova alcuni dei tratti più impegnativi, affascinanti e spettacolari delle quattro gare. Numeri che si aggiungono a quelli dei 25.000 spettatori attesi, 1.500 volontari impegnati nell'organizzazione, 7.000 bandierine lungo i 300 km del percorso dell'UTMB®, della CCC® e della TDS, 11.300  bottiglie di acqua minerale da 1,5 l.,  7.500 banane, quasi 4.000 arance, 1.500 mele, 1.200 kg di formaggio,  8.500 litri di minestra e quasi 2.000 tavolette di cioccolato. Ma sono solo alcuni dei numeri che fanno notizia.

Comunicato Ufficio Stampa Newpower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti