Di corsa nella storia con i Top Runner

Di GIANCARLO COSTA ,

conferenza stampa
conferenza stampa

Martedì 8 aprile si è svolta, presso gli studi della RAI di Torino, la conferenza stampa di presentazione della Maratona di Torino. Quest’anno la diretta televisiva RAI, che domenica 13 aprile racconterà la XXII edizione della Turin Marathon Gran Premio La Stampa, sarà integrata da uno speciale format che unirà sport e cultura. “Di corsa nella storia” permetterà agli spettatori di assistere alla gara e di visitare i luoghi che hanno reso importante la storia di Torino. Così al fianco del conduttore Franco Bragagna, grande esperto d'atletica leggera, si alterneranno Evelina Christillin, Alberto Barbera e Gianpaolo Ormezzano, nel raccontare la storia di Palazzo Madama, del Teatro Carignano, della Mole Antonelliana, della reggia barocca di Venaria Reale. Quindi Luigi Chiabrera, il patron della Turin Marathon, ha parlato dei top runner. Premesso che a Torino si sono sempre imposti atleti giovani e volti nuovi, anche per una scarsa disponibilità economica negli ingaggi degli atleti di spicco, quelli che garantisco tempi finali inferiori alle 2h10’, saranno al via gli ultimi 2 vincitori, i keniani Philemon Tarbei e Stephen Kibwot, mentre mancherà, a causa di un infortunio dell’ultima ora, il terzo classificato della maratona olimpica d'Atene, il brasiliano Vanderlei Lima, ricordato soprattutto perché placcato da uno spettatore squilibrato mentre era in testa alla corsa a pochi chilometri dal traguardo. Tra gli italiani, al momento e sulla carta, il nome più accreditato è quello di Francesco Bennici. Tra le ragazze, il nome di spicco è Vincenza Sicari, con le possibili sorprese dell’esordiente keniana Catherine Kurui e della saluzzese Elisa Desco, giovane campionessa di corsa in montagna, che prova a giocare la carta della maratona. Ma, come ricorda Maurizio Damilano, un grande della marcia, i conti tra favoriti e outsider si faranno, come sempre negli sport di resistenza, domenica al traguardo. La cosa più importante sarà vedere tanta gente correre, spinta da diverse motivazioni, fianco a fianco con i campioni, come in nessun’altra specialità dell’atletica è possibile fare.

-- Giancarlo Costa

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti