Di corsa alla Run4Piro di Monza per la ricerca oncologica

Di GIANCARLO COSTA ,

Run4Piro 2018
Run4Piro 2018

Parte all’Autodromo di Monza la marcia a favore di Fondazione Oncologia Niguarda in memoria del motociclista Fabrizio Pirovano
Si tiene domenica 15 dicembre, alle ore 9.30, presso l’Autodromo di Monza la quarta edizione della Run4Piro, marcia benefica non competitiva a sostegno della Fondazione Oncologia Niguarda Onlus intitolata alla memoria del campione di motociclismo Fabrizio Pirovano.
È possibile iscriversi visitando il sito della fondazione oncologianiguarda.com, presso la Pasticceria “UL GALET” di Biassono in via Cesana e Villa 50, oppure direttamente in loco nel giorno della manifestazione, a partire dalle ore 8.30.
La quota d’iscrizione di €10,00 contribuirà a finanziare i progetti di ricerca della Fondazione Oncologia Niguarda Onlus, che dal 1984 è a fianco delle persone affette da patologie oncologiche attraverso lo sviluppo e il potenziamento delle attività di ricerca, assistenza e terapia per il Niguarda Cancer Center del Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano.

La Run4Piro si svolge anche con il sostegno e l’organizzazione di DF Sport Specialist che ha preso a cuore l’iniziativa benefica un paio di anni fa.
La novità di questa edizione, grazie alla collaborazione di Hoka, è il test gratuito delle scarpe della nuova collezione che potranno essere provate dai runner durante la marcia non competitiva.
L’iniziativa è dedicata al ricordo di Fabrizio Pirovano, detto “Piro”, pilota brianzolo scomparso nel 2016 a soli 56 anni per un tumore dopo essere stato ricoverato appunto a Niguarda. Il Piro a Monza mise a segno due fantastiche doppiette nel Mondiale Superbike (1990 e 1992, in entrambi i casi con la Yamaha), perle di un palmares che, nelle derivate di serie, comprende in totale dieci vittorie e 47 presenze sul podio su 182 gare disputate tra il 1988 ed il 1995 (due volte vicecampione del mondo: 1988 e 1990). A Monza però Pirovano colse anche due successi nella Supersport: la prima nel 1997 (con la Ducati), la seconda nel 1998 con la Suzuki, all'inizio di una stagione culminata con la conquista del titolo iridato, il punto più alto di un lustro comprendente in totale (nella Supersport) 52 gare, 6 vittorie ed 11 presenze sul podio tra il 1997 ed il 2001. A più di tre anni dalla scomparsa, la Run4Piro è un’ottima occasione di ricordare il “Re di Monza” in quella che amava considerare casa sua.

L’entrata per tutti i partecipanti è dall’ingresso di Porta Vedano a Monza dove saranno date indicazioni per il punto di ritrovo (nella zona della tribuna Parabolica laterale esterna).
La marcia è divisa in tre differenti percorsi: quello più breve da 2,5 km, uno intermedio di 5,8 km (l’equivalente di un giro di pista) e quello lungo da 11,6 km (due giri di pista). Sono previsti premi per i primi classificati mentre per i primi mille partecipanti riceveranno in regalo il kit gara con la speciale t-shirt commemorativa. A fine gara, a tutti sarà offerto panettone e the caldo.
https://www.df-sportspecialist.it/1973-run4piro-2019-autodromo-di-monza/ #run4piro2019

Fonte u.s. DF Sport Specialist

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti