Per Dennis Brunod vittoria e record al Vertical Becca di Viou da Valpelline (AO). A Catherine Bertone la gara femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

Catherine Bertone vincitrice del Vertical Becca di Viou
Catherine Bertone vincitrice del Vertical Becca di Viou

Seconda edizione per il Vertical Becca di Viou, gara di sola salita che dal campo sportivo di Valpelline, a una decina di chilometri da Aosta, porta i corridori in vetta alla Becca di Viou, a quota 2856 metri, un dislivello da correre di 1950 metri per 9 km di sviluppo, di cui il primo in piano. Una vetta panoramica, che domina Aosta e dal quale si può ammirare un panorama mozzafiato. Partenza a cronometro, dopo che l'edizione 2014 era stata corsa in linea, quindi cambiano un po' i riferimenti, non bisogna correre sull'uomo, cioè prendere quello davanti e scappare da quello dietro, bensì correre sulle proprie sensazioni, sul proprio respiro, sulle gambe che bruciano nei punti più duri. Una sfida con il cronometro e con se stessi, in linea con la filosofia di questo circuito, il Defì Vertical, di gare di sola salita in Valle d'Aosta, agganciate al Tour Trail Valle d'Aosta.

L'anno scorso aveva vinto il Trail della Becca Viou, quest'anno si è ripetuto sul Vertical. Per Dennis Brunod, della Polisportiva Mont Avic, una gara strepitosa, con un tempo, 1h21'34”, che ha letteralmente polverizzato il record 2014 di Nadir Maguet e Henri Aymonod di 1h27'. Essendo la gara a cronometro e andando a tutta fino in cima, Dennis ha fatto un record difficilmente battibile, se la gara rimarrà a cronometro. Alle sue spalle, anche se a 10 minuti di distanza, in tre compresi in 10 secondi, con Andrea Cairoli che sale sul secondo gradino del podio in 1h31'06”, mentre sul terzo va Nadir Vuillermoz in 1h31'11”, che precede un comunque ottimo Laurent Chuc 4° in 1h31'11”. Completano la top ten Fabio Rizzi 5° in 1h34'50”, Marco Ziggiotto 6° in 1h35'08”, lo svizzero Jean Meuret 7° in 1h35'55”, Roberto Maguet 8° in 1h36'20”, Luca Casali 9° in 1h36'24” e Stefano Ruzza 10° in 1h36'37”.

Gara molto più combattuta a livello femminile, con un podio che per due terzi sarà protagonista tra due settimane a Zermatt nel campionato mondiale di corsa in montagna lunghe distanze. Vincitrice oggi come un anno fa' la formidabile Catherine Bertone dell'Atletica Calvesi, che proprio qui decise di dedicarsi seriamente alle corse in montagna, scelte che le valse la maglia azzurra della Nazionale e una medaglia d'argento a squadre nella rassegna iridita statunitente. In 1h41'07” si aggiudica la gara odierna, precedendo Katarzyna Kuzminska 2a in 1h43'08”, polacca in forza all'Atletica Canavesana, che difenderà i colori della sua nazionale sempre nell'appuntamento di Zermatt. Terzo gradino del podio per un'ottima Christiane Nex in 1h43'54”, seguita da Barbara Cravello 4a in 1h45'30” e Lisa Borzani, vincitrice del Licony Trail sette giorni or sono, 5a in 1h50'04.

Le dichiarazioni dei vincitori

Dennis Brunod: “Sono contento per questa vittoria, ma non mi aspettavo il record. Sono partito a tutta e a metà mi sentivo piantato, poi nella seconda parte dura ho continuato a tenere alto il ritmo perchè non avevo nessun riferimento e non sapevo com'ero messo. Faccio i complimenti agli organizzatori, è una bella corsa e una bella montagna, tornerò per il trail che ho vinto l'anno scorso, che si correrà tra un mese.”

Catherine Bertone: “Ho affrontato questa gara in preparazione dei mondiali di Zermatt che correrò tra due settimane. Sono contenta per la vittoria su delle forti avversarie su questo tipo di percorso. Gli allenameti in vista del mondiale sono duri, ma tutti questi sacrifici non mi pesano, perchè vestire la maglia dell'Italia è un'emozione che fa venire i brividi.”

Maurizio Lanivi organizzatore del Vertical Becca di Viou e sindaco di Valpelline: “E' stata una bella giornata di sport, il sole è stata la cigliegina sulla torta. 130 sono un buon numero di partecipanti, che speriamo ritornino anche per il Trail, in programma il 19 luglio. Per l'anno prossimo magari ritorneremo alla partenza in linea su consiglio dei concorrenti. Confermato il triangolare enogastronomico con i comuni di Mirandola (Emilia Romagna) e di Lucoli (Abruzzo), centri colpiti dal terremoto che abbiamo assistito come protezione civile. Sport e amicizia, insomma proprio una bella giornata per la nostra comunità di Valpelline.”

In allegato classifica e foto dell'evento. Poi una fotogallery più completa e appuntamento al Trail Becca di Viou del 19 luglio.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti