Daniele Nicco e Lara Paganone inaugurano la rinascita della Carema-Maletto

Di GIANCARLO COSTA ,

Carema Maletto il vincitore Daniele Nicco (foto organizzazione)
Carema Maletto il vincitore Daniele Nicco (foto organizzazione)

Sabato 22 luglio è rinata, dopo 10 anni, la corsa in montagna Carema-Alpe Maletto, 5 km con 1000 metri di dislivello, fatta di mulattiere e sentieri che collegano il paese di confine tra Piemonte e Valle d’Aosta, famoso anche per i suoi vigneti, con gli alpeggi sulle pendici del Mombarone.
La gara è rinata grazie all’iniziativa dei Priori di Sant’Anna 2017 della festa dell’Alpe Maletto, Cristian, Simona e Natalie, con Cristian Vairetto che racconta così la sua iniziativa:

“Grazie a tutti voi che avete partecipato alla nostra corsa, che l’avete resa importante agli occhi di tutti.
Grazie per aver rispettato la natura lasciando il percorso e le nostre montagne pulite.
Grazie per i sorrisi che ci avete regalato e le strette di mano sincere che avete dato.
Grazie a chi si è fermato fino a tardi per continuare la festa con noi, ma anche a chi purtroppo è dovuto andar via prima, ma sempre cercandoci per un saluto.
Grazie a chi ci ha aiutato nella pulizia dei sentieri, nell’organizzazione della gara, nel darci consigli per poter dare il massimo, a chi si è messo lungo le strade per controllare che tutto fosse in ordine.
Grazie a chi ha applaudito e incitato il vostro passaggio.
E naturalmente grazie alla nuova gestione della Locanda del Maletto che con un team di persone favolose e uniche, che hanno servito circa 250 persone per il pasta party.
Per noi è stata un’emozione molto forte vedervi allineati pronti a partire giù a Carema, ma ancor di più vedere il Maletto popolato di gente che arrivava da diversi paesi che magari si sono conosciuti proprio sabato e sono diventati amici.
Il nostro scopo l’abbiamo raggiunto, far rivivere una bella giornata di sport in amicizia con il buonumore che faceva da padrone.”

La cronaca sportiva ha visto il successo nella gara maschile di Daniele Nicco in 47’38” su Giancarlo Costa 2° in 49’13” e Davide Nicco 3° in 49’21”. Completano la top ten Stefano Musatti 4°, Tiziano Peretto 5°, Diego Vairos 6°, Massimiliano Rotundo 7°, Luigi Bianchetti 8°, Roberto Champoz 9° e Claudio Ferrari 10°.

Nella gara femminile vittoria di Lara Paganone in 57’25” su Sabrina Praduroux 2a in 1h06’53” e Sylvie Yon 3a in 1h08’54”.

Da segnalare che il più anziano in gara era Eligio Pramotton, comunque 35° in 1h06’54” su un’ottantina di concorrenti, mentre hanno corso anche 4 under16: Christian Savin, Luca Ferrari, Simone Dalle e Marco Nicod.
In allegato la classifica completa e qualche foto della gara.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti