Daniele Meucci e Valeria Straneo vincono la Milano21 Half Marathon

Di GIANCARLO COSTA ,

Valeria Straneo vincitrice Milano 21 half marathon (foto colombo organizzatori)
Valeria Straneo vincitrice Milano 21 half marathon (foto colombo organizzatori)

Prima edizione della Milano21 Half Marathon nel segno di Daniele Meucci, Valeria Straneo e 6500 runners impegnati sulle varie distanze. In una gara a tratti condizionata dal forte vento il campione europeo di maratona ha concluso la sua prova in 1h03:17. L'ingegnere pisano dell'Esercito è passato in 29:51 al decimo chilometro, per poi far registrare un intermedio di 44:56 cinque chilometri più avanti. "Sono abbastanza soddisfatto - il commento del 32enne azzurro, bronzo europeo di mezza maratona -, anche se il vento ha influito, soffiando su lunghi tratti in senso contrario, sulla performance e, quindi, sul risultato cronometrico finale. In definitiva un test positivo che rispecchia la mia condizione del momento".

Vittoria anche per la Straneo che per 15 chilometri ha avuto al suo fianco la tricolore dei 10km Fatna Maraoui (passaggi: 34:22/10km - 51:50/15km). L'alessandrina del Laguna Running ha quindi preso il largo guadagnando una ventina di secondi di vantaggio (1h02:01/18km) sulla portacolori dell'Esercito. Per l'argento mondiale ed europeo di maratona, missione compiuta in 1h13:23. Dietro di lei la Maraoui (1h13:51) e la ventenne Federica Zenoni (Bergamo 1959 Oriocenter), al traguardo in 1h16:19. "La decisione di correre la mezza maratona - spiega la Straneo, da quest'anno allenata, come Meucci, da Massimo Magnani - è stata praticamente last-minute. L'idea iniziale era orientata sulla 10km anche a seguito di una contrattura rimediata in allenamento la scorsa settimana. Poi ho scelto i 21km. Nel finale ho avvertito un piccolo affaticamento, ma nel complesso sono soddisfatta di essere riuscita a correre ad una media di 3:30 con i pochi allenamenti che ancora ho sulle gambe. Era da più di un anno che non correvo la mezza e, da settembre, ero praticamente ferma".

La 10km femminile ha, invece, visto l'affermazione di Sara Galimberti (Bracco Atletica) che è giunta sulla linea d'arrivo in 36:26, praticamente in sincro con Sara Dossena (Laguna Running), il volto nuovo della maratona azzurra. Tra gli uomini successo di Alessandro Zanga (Atl. Valle Brambana) in 31:57.

Fonte fidal

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti