Daniel Jung e Melissa Paganelli hanno vinto la terza edizione della Doppia W Ultra 71km

Di GIANCARLO COSTA ,

Daniel Jung (foto Bergamaschi)
Daniel Jung (foto Bergamaschi)

La gara principe della Doppia W Ultra, la 71 km, è stata vinta da Daniel Jung e Melissa Paganelli. Ad incidere il loro nome nella sky da 33km (2400 m D+) ci hanno pensato il bergamasco Donatello Rota e la “local” Lucia Moraschinelli, mentre ad imporsi nella 16km di contorno sono stati Marco Pruneri e Samantha Bertolina. Prevista anche una non competitiva di 11km che ha visto ai nastri di partenza una settantina di trekker accompagni dai volontari dell’associazione “Camminando Camminando”.

Quattro percorsi, 490 concorrenti, atleti da 16 nazioni sono i numeri della terza edizione della ultra disegnata sui sentieri di confine tra Italia e Svizzera. Come da programma i primi a partire, alle prime luci dell’alba, sono stati i 158 della 71K. Ad attenderli un itinerario inedito, muscolare e davvero suggestivo con 5000 m D+ che li ha portati a Rifugio Schiazzera e sul lago di Poschiavo con doppio passaggio nella location elvetica di San Romerio. Al via alcuni big del panorama nazionale come Dani Jung, Luca Manfredi Negri, Luca Carrara, Melissa Paganelli, Gianluca Galeati e tanti appassionati che si sono guadagnati sul campo i quattro punti Itra (International Trail Running Association) con i quali era valutato questo percorso.

GRIFFE D’AUTORE PER UNA COMPETIZIONE CHE PIACE:
Dopo i successi del trentino Michele Tavernaro e del piemontese Riccardo Montani è toccato all’altoatesino Daniel Jung firmare l’albo d’oro sulla distanza principe della Doppia W. Partito di gran carriera l’atleta del Team Karpos/Scarpa ha posto la massima distanza possibile con il suo diretto inseguitore, il mai domo Luca Manfredi Negri. Quest’ultimo sulla via del ritorno ha provato a rifarsi sotto, ma Jung è riuscito ad amministrare sino al traguardo di Villa dove ad accoglierlo vi era un caloroso pubblico che l’ha accompagnato al successo al suon di campanacci. Il vincitore della Garda Trentino Trail ha stoppato il cronometro sul tempo di 7h58’27”. Seconda piazza per l’ottimo Manfred Negri (8h05’13”), mentre terzo si è piazzato un altro trailer di grande esperienza come il bergamasco Luca Carrara (8h27’54”). Completano la top five di giornata il romagnolo Gianluca Galeati e l’argentino Dardo Emanuel.

Al femminile gara mai in discussione. Melissa Paganelli si è portato al comando e non ha più mollato la testa della corsa in rosa. La sua vittoria è stata legittimata da un crono di 10h35'33" Alle sue spalle seconda piazza di Jenny Andreola in 12h9'32". Terza è giunta Valentina Moderana in 12h16'03"

ROTA E MORASCHINELLI FIRMANO LA 33K:
Guai chiamarla prova di contorno, la versione “sky” della Doppia W prevedeva 33km con un dislivello positivo di 2400m. Nessun dubbio, nessuna incertezza. I due vincitori di giornata, Donatello Rota e Lucia Moraschinelli si sono portati al comando staccando progressivamente i diretti avversari. Per l’atleta orobico un crono finale di 3h25’36”. Sul secondo gradino del podio è salito Alessandro Bonanomi in 3h40’00”, mentre terzo si è piazzato Jean Pierre Pedrotti in 3h47’26”.
Al femminile applausi al traguardo per Lucia Moraschinelli (4h09’20”). Alle sue spalle sono sfilate Fabiola Conti 2ª in 4h22’09” e Denise Scherini 3ª in 4h26’53”.

GARA VERA ANCHE SULLA 16K:
Gran caldo e ritmi sostenuti anche sulla 16k con passaggio in località Baruffini, Roncaiola, “I Cioca” e castello di Piattamara. Qui a transitare per primo al traguardo a Villa di Tirano nella tarda mattinata è stato il livignasco Marco Pruneri in 1h17’31”. Sul podio con lui sono saliti Pietro Mosconi 1h20’47” e Tommaso Franchi 1h21’34”.

Al femminile super griffe di Samantha Bertolina la giovane stella dello skialp italiano che con finish time 1h23’35” è riuscita a tenere dietro l’olimpionica di fondo Marianna Longa 1h26’13”. Terza si è piazzata Katia Aprile in 1h30’56”.

Fonte press office sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti