Cresce l'attesa per la 28ª Venicemarathon. Esordio per Andrea Lalli, forfait di Pertile

Di MARCO CESTE ,

Venicemarathon
Venicemarathon

La 28^ Venicemarathon, presentata ufficialmente ieri mattina nelle eleganti sale del Casinò di Venezia, attende il debutto del corridore molisano Andrea Lalli. Dopo i tre titoli europei di cross (Juniores nel 2006, Under 23 nel 2009 e Assoluti nel 2012), il finanziere è finalmente pronto al grande esordio in maratona e a sfidare il Kenya e l'Etiopia. Torna, infatti, in laguna il keniano Titus Kwemoi Masai, secondo lo scorso anno e capace di correre la mezza maratona in 59'51". Interessante sarà seguire anche l'esordio del keniano Daniel Kinyua Wanjiru, classe 1992, sesto alla Mezza Maratona di Udine proprio davanti a Lalli e che vanta sulla distanza un personale di 1h01'10", realizzato questanno a Ras Al Khaimah (UAE). Dall'Etiopia arriva Abdi Kidane Gemechu, terzo a Venezia nel 2008.
Non ci sarà, purtroppo, al via Ruggero Pertile, costretto a rinunciare all'ultimo momento a causa di un'infiammazione al tendine della caviglia destra. "Mi ero preparato molto bene e con forte motivazione perché ci tenevo molto a questa gara" - dichiara Pertile - ma purtroppo una forte infiammazione al tendine del piede destro non mi permette di correre da qualche giorno e così mi trovo costretto, a malincuore, a dare forfait". 
In gara ci sarà anche il bi-campione olimpico e del mondo di handbike Alessandro Zanardi. Se gli ultimi allenamenti daranno luce verde, Zanardi potrebbe esordire nella carrozzina olimpica per lanciarsi in una nuova avventura, il triathlon. In caso contrario, l'ex pilota di Formula 1 sarà al via nella gara di handbike.
La gara sarà di nuovo teletrasmessa dalla Rai, l'emittente che è stata al fianco della Venicemarathon dalla 1986 ad oggi, ad eccezione dello scorso anno quando fu trasmessa su La7. Tre ore di diretta, dalle 9:20 alle 12:20, sul canale tematico Raisport 2, visibile sul digitale terrestre (canale 58), sul satellite (canale 228) e in streaming sul sitowww.raisport.it.
Con partenza da Villa Pisani, a Stra, lo spettacolare percorso della maratona costeggerà il fiume Brenta e le sue ville, abbracciando i comuni della Riviera del Brenta (Fiesso d'Artico, Dolo, Mira e Oriago) e a Mestre, attraverserà il cuore della città, Piazza Ferretto, per poi dirigersi nei viali verdi del Parco San Giuliano. Terminato il Ponte della Libertà, che questanno vedrà gli atleti usare le due corsie più vicine alla ferrovia, inizierà la laguna diVenezia, con i 13 ponti coperti da pedane di legno, il suggestivo attraversamento del Canal Grande sul ponte galleggiante, il Giro dOnore in Piazza San Marco e larrivo a Riva Sette Martiri. 

Ufficio Stampa Venicemarathon



Può interessarti