Crabun Mountain Race: Massimo Farcoz da record, Katarzyna Kuzminska prima donna

Di GIANCARLO COSTA ,

Massimo Farcoz vincitore con record 1h45m39s del Crabun Mountain Race (foto Pantacolor)
Massimo Farcoz vincitore con record 1h45m39s del Crabun Mountain Race (foto Pantacolor)

La 14a edizione del Crabun Mountain Race ha regalato una giornata da incorniciare a corridori e organizzatori: sole e panorama spettacolare, record di partecipanti e infine nuovo record cronometrico della gara maschile. Dallo scorso anno questa gara è organizzata dall’APD Pont Saint Martin di Erminio Nicco e Rina Borel, e da quest’anno oltre che far parte del campionato Canavesano UISP Vertical-Trail, è la seconda prova del Circuito Tra Cime 3C, con La Biella-Monte Camino e l’Ivrea-Mombarone, 3 gare di simile tipologie corse in montagna di sola salita dal centro città alla vetta della montagna di riferimento, con un dislivello di almeno 2000 metri. Dopo la prima prova dell’1 luglio da Biella al Monte Camino quest’oggi è toccato alla Crabun Mountain Race, ossia dai 345 metri di quota di Pont Saint Martin, ai 2680 metri del Bivacco Crabun, posto appena sotto la croce di vetta, passando per Perloz, con 13 km di sviluppo e 2335 metri di dislivello. Nella prima parte il percorso alterna mulattiere a gradoni e qualche passaggio su asfalto, poi nella seconda parte, dal traguardo intermedio della frazione Pra della non competitiva “Sui Sentieri della Libertà”, sono 1200 metri di dislivello in 4 km.

Record di partecipazione dunque con 142 corridori ai quali vanno aggiunti quelli della non competitiva “Sui Sentieri della Libertà”.

Record cronometrico invece per la gara maschile, stabilito da Massimo Farcoz del Pont Saint Martin, che con 1h45’39” migliora il precedente record di 1h47’ e qualche secondo. Grande momento di forma per lui, già secondo alla Biella-Monte Camino, poi all’Aosta-Becca di Nona e domenica scorsa 10° nel Campionato Italiano di Tavagnasco. L’augurio è di rivederlo in maglia azzurra della Nazionale la prossima stagione, magari nella specialità Lunghe Distanze che mi sembra adatta alle sue caratteristiche, combinata alle doti di “grimpeur” come dimostrano i 2 titoli italiani vinti nel Km Verticale categoria Promesse.
Alle sue spalle su podio Enzo Mersi, vincitore di 6 edizioni di questa gara, oggi 2° in 1h53’55” e terzo gradino del podio per Daniele Pierotti in 1h55’56”. Completano la top ten Silvio Balzaretti 4° in 1h58’51”, Emanuele Coda 5° in 1h59’23”, Luca Gronchi 6° in 2h00’21”, Manuel Bosini 7° in 2h01’50”, Nadir Giovanetto 8° in 2h02’46”, Leandro Marcoz 9° in 2h03’55” e Davide Nicco 10° in 2h05’38”.

Tris di successi nella gara femminile per Katarzyna Kuzminska, polacca/canavesana della Libertas Forno, in 2h06’46”, seguita sul podio da un’ottima Elisa Arvat 2a in 2h09’47” e da Barbara Cravello 3a in 2h11’03”, con Francesca Travi 4a in 2h21’58” e Christiane Nex 5a in 2h24’05”.

Il Crabun Mountain Race faceva anche classifica combinata con la gara Donnas-Rifugio Bonze, corsa a fine giugno. Si sono aggiudicati i primi posti delle classifiche combinate Massimo Farcoz ed Elisa Arvat.

Le classifiche complete della gara Crabun Mountain race su http://www.atleticando.net/risultato.php?id=40299

In allegato qualche foto della gara. Tutte le foto della gara su www.pantacolor.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti