Corsa in montagna Smarna Gora: vincono Mamu e Murigi, la Coppa del mondo a Andrew Douglas e Sarah McCormack

Di GIANCARLO COSTA ,

Andrew Douglas e Sarah McCormack vincitore della Coppa del mondo (foto wmra)
Andrew Douglas e Sarah McCormack vincitore della Coppa del mondo (foto wmra)

Si è conclusa a Lubiana la Coppa del mondo di corsa in montagna griffata WMRA (World Mountain Running Association) che è anche l’unico circuito mondiale riconosciuto dalla IAAF.
Sette le prove in programma da maggio a ottobre: Annecy (FRA), Squaw Valley (USA), Grossgocknerlauf (AUS), Snowdon Race (GBR), Sierre-Zinal (SVI), Sudtirol Drei Zinnen a Sesto, Smarna Gora Race (SLO).
La Smarna Gora Race ha quindi emesso i verdetti finali per questo circuito mondiale.
La corsa sulle alture della capitale slovena, ha visto il dominio degli eritrei in campo maschile e il ritorno della campionessa keniana Murigi al femminile, tanto per ricordare che il dominio dei corridori degli altipiani africani non si limita a strada e pista, come visto ai Mondiali di Doha e nell’ultimo weekend di maratone, ma si estende anche ai sentieri di montagna e non solo da oggi.

La Smarna Gora Race è stata vinta dall’eritreo Petro Mamu in 42’17”, seguito sul podio dal connazionale Filimon Abraham 2° in 42’21”, con lo sloveno Timotej Beçan 3° in 43’19”. Quarto e vincitore della Coppa del mondo lo scozzese Andrew Douglas in 43’23”, quindi troviamo gli azzurri con Alberto Vender 5° in 43’58, Bernard Dematteis 6° in 44’09 ed Alex Baldaccini 8° in 44’29”.
La gara femminile della Smarna Gora Race va alla campionessa keniana Lucy Murigi in 50’55, seguita sul podio da Sarah McCormack seconda in 51’51”, che con questo risultato si aggiudica la Coppa del mondo, terza Lucie Marsanova in 52’20. In quarta posizione il gran ritorno di Alice Gaggi in 53’58”, che sarà una delle punte della Nazionale per gli imminenti Campionati Mondiali che si disputano in Argentina, mentre è quinta Emma Clayton in 54’19”.

Classifica finale Coppa del mondo

La Coppa del mondo maschile va allo scozzese Andrew Douglas, che è anche l’unico ad aver fatto tutte le gare del circuito, mentre il podio viene completato dagli eritrei Filimon Abraham 2° e Petro Mamu 3°. Peccato per Bernard Dematteis che si classifica quarto per soli 5 punti, quindi Martin Dematteis 7°, Francesco Puppi 9° e Alberto Vender 10°.

Nella classifica femminile vittoria dell’irlandese Sarah McCormack, imprendibile con i suoi 495 punti, mentre il podio è completato dalla keniana Lucy Murigi e dalla britannica Emma Clayton nell’ordine, anche se in realtà sono arrivate con gli stessi punti, differenza determinata proprio dalla vittoria dell’ultima gara. Nessuna italiana nelle prime 10.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti