Corsa in Montagna - Giro dei 2 Monti - Rivera di Almese (TO) - 1.5.2008

Di GIANCARLO COSTA ,

Nona edizione del "Giro dei 2 Monti", classica della corsa in montagna (in passato già valida per il titolo tricolore e selezione per gli europei), disputata giovedì 1 maggio a Rivera con la presenza al via di un centinaio di atleti.

Per la prima volta ad iscrivere il proprio nome nel prestigioso albo d'oro della corsa è stato "l'enfant du pays" Loris Giorda, che ha sbaragliato il campo mettendo in fila gli avversari più diretti, i suoi compagni di squadra, sulla dura erta verso il Pilone della Costa, gestendo poi con autorevolezza nella discesa finale il notevole distacco acquisito al culmine dell'ascesa.

Sul traguardo di Piazza Comba dopo 39'02"quarta vittoria stagionale per un Giorda mai così forte e continuo nel rendimento come in questo scorcio iniziale di stagione.

Alle sue spalle lotta per la seconda piazza tra due altri due atleti del Giò, Dario Bonino e Paolo Gallo. Alla fine ad avere la meglio grazie soprattutto alle sue doti di discesista è stato il più esperto Bonino sul traguardo in 40'02" seguito dal comunque ottimo Gallo terzo in 40'27"e da Fabio Cantanna che in 41'41" è andato a completare il "poker" della formazione di Rivera superando proprio nei metri finali il canavesano Roberto Giachetto (Valchiusella).

Seguono poi nell'ordine: Umberto Baracchi (Giò 22), Luca Vacchieri (Des Amis), Rosario Baratono (Giò 22) primo M2, Bruno Lasina (Valpellice) e Silvio Pelissero (Giò 22).

Ancora in campo maschile, a livello di categoria successo del condovese Massimo Roberto (U.S. San Michele) tra gli M2 davanti a Pier Paolo Fontan (Atl.Susa) e Flavio Cantore (Giò 22) mentre tra gli M3 la vittoria parziale è andata a Mario Andreolotti (Atl.Susa) che si è lasciato alle spalle Ugo Charbonnier (Valle Varaita) e il compagno di squadra Claudio Milan.

Ranghi ridotti ma atleti di buon livello tra gli juniores dove ad imporsi è stato il cuneese Manuel Solavaggione (Valle Varaita) già azzurro della specialità a livello giovanile. Alle sue spalle Luca Tescari (Doratletica) e Lorenzo Giletta (Valle Varaita).

Tra le donne s'impone Mirella Cabodi, determinata a ritrovare i livelli che le competono nonostante una preparazione ancora non ottimale. Ha inizialmente imposto un ritmo a cui solo la cuneese Elena Bagnus (Valla Varaita) ha resistito. Nel corso della gara l'ex azzurra ha fatto però la differenza, vincendo in 47'40", staccando di 1'36" la pur generosa rivale. Podio anche per un'ottima Iris Vitillo (Giò 22) nettamente avanti alle compagne di squadra: Morgana Rege, Cinzia Usseglio, Klizia Miletto e Loredana Zavattero terminate nell'ordine.

A livello societario il Giò 22, primo sia a livello maschile che femminile, si è assicurato il "Trofeo Memorial Pilade Bugnone" a ricordo dell'indimenticato dirigente del sodalizio organizzatore scomparso lo scorso anno.

In allegato la classifica completa.

(Testo e foto di Piergiorgio Chiampo)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti