Corsa al Monte Faudo: Pietro Sonzogni e Adeline Musabyeyezu vincono la 50ma edizione

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Monte Faudo (foto club marathon Imperia)
Partenza Monte Faudo (foto club marathon Imperia)

Gara storica nel panorama delle corse in salita italiane, la Corsa al Monte Faudo non si è arresa al coronavirus, ma dopo il rinvio dalla prima domenica di giugno, è riuscita a disputarsi nella prima domenica di Ottobre, dribblando anche il maltempo che s’è abbattuto sul ponente Ligure. In totale erano circa 80 gli atleti alla partenza sul lungomare di Imperia, che hanno percorso i 24,9 km con 1150 metri di dislivello, passando per Dolcedo e Santa Brigida. Si è disputata anche la prima edizione di una corsa non competitiva di km 8,5, da Santa Brigida al Monte Faudo, denominata “il Faudetto”.

Il Faudo al maschile è stato vinto da Pietro Sonzogni dell’Atletica Valle Brembana con un tempo di 1h37m36s, seguito dal keniano Joash Kipruto Koech 2° in 1h38m42s e Alex Baldaccini terzo in 1h41m02s. Completano la top ten nell’ordine Tommaso Vaccina, Manuel Togni, Cristiano Salerno, Lorenzo Trincheri, Ghebrehanna Savio, Gabriele Tonon e Marco Marcuzzi.

Nella gara femminile vince Adeline Musabyeyezu del Team Serim, con un tempo di 1h54m07, seguita sul podio da Samantha Galassi seconda in 2h07m11s ed Elisa Almondo terza in 2h11m16s

Enrico Berardinelli conquista il “Faudetto”, con un tempo di 57m36s.

La gara a staffetta Imperia-Santa Brigida-Faudo, è stata vinta dal duo del Valsusa Running Team costituito da Daniel Borgesa e da Gabriele Abate con il tempo di 1h45m42s.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti