Si corre domani la Creste Resegone Skyrace a Brumano (BG)

Di GIORGIO PESENTI ,

LECCO PANORAMA DAL RESEGONE
LECCO PANORAMA DAL RESEGONE

Domenica 14 settembre si correrà la prima edizione della skyrace delle creste del monte Resegone organizzata dal CAI della Valle Imagna e Valetudo skyrunning Italia e Rosa,Il ritrovo è fissato alle ore 07.00 presso il campo sportivo di Brumano in Valle Imagna (BG), il via è previsto dal campo sportivo di Brumano alle ore 09.00.

Il percorso prealpino di questa nuova skyrace della Valle Imagna saprà conquistare il cuore e la vista dei partecipanti che amano i tracciati tecnici e unici dal punto di vista dello spettacolo puro nella natura selvaggia d’alta quota.

Nel lungo passaggio sulle creste la corsa sarà disagevole: gli atleti troveranno un sentiero stretto e ripido, i passaggi sulle placche rocciose saranno esaltanti e il percorso presenta anche un breve tratto attrezzato con una corda metallica.

Ma ne vale la pena: arrivati sul primo poggio, infatti, il panorama sul Lecchese e sulla valle Imagna è di notevole pregio ambientale.

Proseguendo la salita, il sentiero sarà poco più di una traccia, continuando rapidamente fra guglie rocciose, scivoli erbosi e torrioni.

Da annotare che la corsa in montagna raggiungerà un’altitudine significativa: si partirà da Brumano ad una quota di 891 metri sul livello del mare, l’arrivo è collocato a quota 1.260 metri al rifugio Resegone, il giro di boa è al rifugio Azzoni ad una quota di 1.853 metri e il dislivello totale sarà di 2.100 metri.a conclusione della gara, infine, alle 13 si terrà la premiazione al rifugio Resegone.

L’organizzazione prevede il trasporto degli indumenti degli atleti alla location del traguardo, dopo la gara ci sarà un pranzo presso il Rifugio Resegone, il direttore di gara è il signor Locatelli Luciano.

Dalle creste del  Resegone è possibile ammirare i tre laghetti brianzoli di: Oggiono, Annone e Pusiano; nelle giornate limpide, inoltre, è possibile scorgere senza l’ausilio di un binocolo le sagome dei Monti Rosa e Cervino.

La partenza sarà in linea e la gara prevede l’utilizzo di cronometraggio elettronico (chips). L’equipaggiamento minimo obbligatorio richiesto per partecipare è il pettorale, è consigliato di dotarsi di giacca antivento (Kway) e borraccia ed è consentito l'uso di bastoncini da sci.

Lungo il tragitto sono previsti 3 punti di ristoro con l'obbligo di lasciare i contenitori vuoti negli spazi prestabiliti (pena la squalifica). Saranno presenti controlli a sorpresa lungo il percorso che certificheranno il passaggio dell'atleta. Il tempo massimo per portare a termine la prova è di 4 ore, dopo di che l'atleta sarà depennato dalla classifica.

Per altre info:

http://www.caivalleimagna.it/16_skyrace.htm

Di Giorgio Pesenti

  • Sono nato a Brembilla, nel bergamasco, e ora vivo a Almenno San Salvatore. Dal 2004 sono presidente della Valetudo skyrunning e collaboro con il network OutdoorPassion dal 2011.



Può interessarti