Corrado Buzzolan secondo alla Boa Vista Ultramarathon di Capo Verde

Di GIANCARLO COSTA ,

Corrado Buzzolan
Corrado Buzzolan

Nell’ultratrail di Capo Verde, la vittoria è andata all’atleta locale Josè Daniel Cabral, che migliora il secondo posto dello scorso anno. Nell’edizione della Boa Vista Ultramarathon che ha spento la tredicesima candelina il secondo posto del tracciato di 150 chilometri è andato al veneto Corrado Buzzolan. Nel percorso di 75 chilometri Carmelo Nucifora conquista la seconda piazza.

Alle 7 del mattino, quando il primo raggio di sole colpisce il centro di Sal Rei è scattato il via della Boa Vista Ultratrail, la competizione disegnata sul periplo dell’isola capoverdiana. Fin da subito il podista locale Brito Silva Domingos Valerio detto Valerinho detta il ritmo in testa alla gara, rendendosi protagonista di una fuga che durerà per la prima parte del tracciato di 150 chilometri.

Intanto alle spalle dell’atleta di testa il duo composto dal veneto Corrado Buzzolan e dal capoverdiano Josè Daniel Cabral cerca a fatica una alleanza per controllare che il fuggitivo non chiuda la gara sul gradino più alto del podio. E così succede. Infatti all’altezza del 90esimo chilometro i tre sono separati soltanto da 18 minuti, con Valerinho che paga l’avvio troppo impetuoso, e cede la testa della corsa ai due avversari. Per i successivi 40 chilometri Buzzolan e Cabral viaggiano in un tandem perfetto, mentre per Valerinho si profila ormai il terzo gradino del podio. Ma è a 8 chilometri dal traguardo che si risolve la gara. Josè Daniel Cabral aumenta il ritmo e Buzzolan cerca di rispondere, ma ormai le forze sono ridotte al lumicino e lascia all’atleta locale la gloria del successo, con un distacco di una dozzina di minuti. Per Josè Daniel Cabral il tempo finale sotto le 20 ore che rappresenta un crono di tutto rispetto dopo aver conquistato il secondo posto nelle edizioni 2012, 2011 (e terzo nel 2010): quest’anno Cabral ha messo il sigillo finalmente sulla sua prima Boa Vista da vincitore

Ottimo secondo posto per l'imprenditore di Santorso, in provincia di Vicenza che qualche mese fa aveva tentato di portare a termine la "6633 Ultra", una gara estrema che prevede di camminare per 7 giorni per 560 Km a piedi nelle inospitali lande del circolo polare Artico. Catapultato nel deserto arido di Boa Vista Buzzolan non ha mai ceduto il passo chiudendo in 20:07. Terzo posto per Brito Silva con 22:50.

Assenza avvertita quella del grande favorito, Adilson Fortes Spences Varela, dopo essersi aggiudicato quattro volte la Boa Vista Ultramarathon tutti gli occhi erano puntati su di lui, ma il runner di Rabil, piccolo villaggio di Boa Vista, si è ritirato dopo pochi chilometri.

Classifica Femminile

Unica donna iscritta alla 150 km, l’ungherese Erika Pickl, accompagnata in gara dal fidanzato austriaco Gerhard Lusskandl, ha tagliato il traguardo con un tempo di 34:26’.

Boa Vista Salt Marathon (75 km) e EcoMarathon (42 km)

Nel tracciato Salt Marathon di 75 chilometri vince il capoverdiano Augusto Joaquim Soares de Gama che chiude la prova con il tempo di 8:47.01 anticipando di quasi un quarto d’ora il bancario di Mestre ultrarunner dal 2006 Carmelo Nucifora. Terzo posto per Serge Augusto Cardoso che chiude in 9:22.07.

Il nuovo traguardo della distanza Eco Marathon di 42 km ha riscontrato ottimi consensi. Il primo posto se l’è aggiudicato un habitué della Boa Vista Ultratrail, Massimo Badiali che completa la gara in 4:10.01 seguito a tre minuti da Claudio Morlin; terzo gradino del podio per Andrea Amicabile.

Nella Boa Vista Ecomarathon di 42 km, tutte e tre le donne iscritte hanno terminato la gara: Laura Vescovo insieme al fidanzato Giacomo Barbacetto ha concluso in 8:5’, mentre le due amiche di Modena, Mila Romagnoli e Angela Verrini in 8 ore e 24 minuti.

Per avere aggiornamenti sugli eventi organizzati dal Friesian Team è sufficiente collegarsi ai seguenti siti internet: www.friesianteam.com e www.boavistaultratrail.com

Boa Vista Ultramarathon 150 km

Class Maschile

pos    Cognome           Nome                          Nazione           anno    tempo

1M    Cabral                 Josè Daniel                Capo Verde    1979    19:55.07

2M    Buzzolan              Corrado                      Italia                 1964    20:07.58

3M    Brito Silva            Domingos Valerio    Capo Verde    1977    22:50.51

4M    Forseca Lopes   Joao                           Capo Verde    1972    22:58.42

5M    Aichinger              Dominik                    Austria             1968    23:06.09

Class Femminile

pos    Cognome    Nome     Nazione      anno    tempo

1F     Pickl             Erika      Ungheria    1972    34:26.51

Boa Vista Salt Marathon 76 km

Class Maschile

pos    Cognome                   Nome                    Nazione            anno     tempo

1M    Soares de Gama       Augusto J.             Capo Verde    1981     08:47.01

2M    Nucifora                       Carmelo                Italia                 1966     09:03.59

3M    Cardoso                      Serge Augusto     Capo Verde    1961     09:22.07

4M    Moreira Nataniel        Jesus                      Capo Verde    1983    10:12.25

5M    Dias Fortes Nelson   Gil                           Capo Verde    1977     11:12.55

Boa Vista Ecomarathon 42 km

Class Maschile

pos    Cognome             Nome            Nazione           anno    tempo

1M     Badiali                  Massimo      Italia                  1966    04:10.33

2M     Morlin                   Claudio         Italia                  1975    04:13.22

3M     Amicabile            Andrea          Italia                  1968    05:40.11

4M     Ramos Tomar     Joao              Capo Verde     1959    06:25.51

5M     Barbacetto          Giacomino    Italia                  1967    08:05.35

Class Femminile

pos    Cognome   Nome    Nazione    anno    tempo

1F    Vescovo       Laura      Italia        1966    08:05.36

2F    Romagnoli   Mila         Italia        1964    08:24.01

2F    Verrini          Angela     Italia        1960    08:24.01

Fonte ufficio stampa CometaPress

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti